03mag 2015
Bottura ha inaugurato l’Expo in rappresentanza della più qualificata cucina italiana
Articolo di: Fabiano Guatteri

Venerdì Primo maggio Massimo Bottura ha proposto un menu in sintonia con la tematica dell’Expo, attento alla sostenibilità del cibo. Ha inaugurato così non solo l’Expo, ma anche il format Identità Expo ideato da Identità Golose e San Pellegrino all’interno della manifestazione fieristica. La tre giorni dello chef si concluderà stasera 3 maggio. La location è una struttura ristorativa, e non solo, che opererà per tutta la durata dell’Expo

Prima portata i Tagliolini primavera in astratto (in abbinamento a Palazzo Lana 2006 Franciacorta Riserva Satèn Berlucchi): la pasta fresca è fatta fermentare, e diventa una sorta di miso (soia fermentata) di tagliolini cotti in acqua e formaggio grana; alla base della portata servita in una tazzina, una crema di fave, piselli, asparagi saltati in padella, passati al setaccio, messi sotto vuoto, cotti nel loro succo e frullati. Viene aggiunto quindi dell’albume prima della cottura al vapore. Le stesse verdure tagliate a julienne, marinate in oli essenziali, poi scottate, sono aggiunte alla crema nella tazzina, per dare l’idea dei tagliolini, con aggiunta di fiori di sambuco; al tavolo il miso, utilizzato per produrre un brodo limpido, è versato sugli altri ingredienti. 

Il piatto successivo Tortellini in brodo di Tutto (Gavi di Gavi docg Monterondo 2007 di Villa Sparina)… tortellini magistrali (un cuoco innovativo rispettabile sa realizzare anche i classici in modo ineccepibile) in un brodo preparato con le bucce e gli scarti di verdure utilizzate per altre preparazioni, perché, come dice Massimo Bottura “non si butta via niente”. 

Il piatto forte Beautiful Sonic Disco of Love and Hate at the Gate of Hell Painting with Whicked Pools of Glorious Color and Psychedelic Spin-painted Cotechino, not Flame Grilled (Barolo docg Sarmassa 2011 dei Marchesi di Barolo): cotechino cotto al vapore di acqua e Lambrusco per sgrassarlo senza privarlo della consistenza mostosa conferita dalla cotenna macinata nell’impasto, avvolto in una polvere di verdure tostate e servito con salse alle verdure con le quali lo chef ha macchiato il piatto in stile Spin art. 

Per finire Il Pane è oro (Moscato d'Asti docg 2014 di Castello del Poggio) ultima versione della zuppa di latte contadina preparata utilizzando il pane avanzato, ossia un potenziale scarto con polvere d’oro per nobilitarlo. 

Nel mese di maggio, dopo Massimo Bottura, Identità Expo ospiterà Ugo Alciati (6-10 maggio), Marco Stabile (13-17), Emanuele Scarello (20-24) e lo sloveno Tomaž Kavcic (27-31). Da segnalare anche i pranzi del lunedì e del martedì, quelli di “Contemporary Italian Chefs”, che vedrà come protagonisti i fratelli Christian e Manuel Costardi (4 e 5 maggio), Norbert Niederkofler (11 e 12), Antonia Klugmann (18 e 19) e infine Claudio Sadler (25 e 26). 

La sera del lunedì e martedì, invece, in programma un appuntamento speciale. L’executive chef di Identità Expo, Andrea Ribaldone del ristorante stellato I Due Buoi di Alessandria, in collaborazione con i resident chef Domenico della Salandra di Taglio a Milano e Domenico Schingaro del I Due Buoi di Alessandria, ha ideato un menu appositamente studiato per l'evento.

È possibile prenotare pranzi e cene (il costo è di 75 euro per il menu d’autore di 4 portate vini compresi scelti tra le proposte delle 12 cantine che fanno capo al consorzio Italia de vino - 90 euro solo per il pranzo domenicale a 4 mani vini compresi ) mandando una mail al seguente indirizzo: 

expo@magentabureau.it, oppure telefonando al numero +39.02.62012701.

Identità Expo è un progetto speciale creato da MAGENTAbureau per Expo Milano 2015 inserito nella sezione “L’esperienza d’autore“ come appare sulla mappa ufficiale di Expo. 

Dal 1 Maggio al 31 Ottobre 2015 per 26 settimane, 78 tra i più celebri chef del panorama enogastronomico italiano e internazionale animeranno Identità Expo nei 6 mesi dell’ esposizione universale. E ci saranno anche altri eventi.

1

2

3

4

Indirizzo : Fiera Milano, Strada Statale 33 del Sempione 28 Rho
Telefono : 02.62012701
I più letti del mese
AMARONE DELLA VALPOLICELLA 2005 TENUTA LE LUCI
Abbiamo già accennato alla Tenuta le Luci  (cliccare qui), nella Val d’Illasi, stretta e lunga vallata di origine alluvionale a est di Verona. Nove i vini prodotti. L’Amarone della Valpolicella Tenuta Le Luci 2005 è pote... Leggi di più
PIETRE SANTAFIORA AL FUORISALONE: WARKA WATER E CULTURE À PORTER  
Pietre Santafiora al Fuorisalone con le torri Warka Water (foto 2) e le sculture indossabili “Culture à porter” (foto 1-3-4-5)   Giovedì 6 aprile l’azienda lapidea d’eccellenza del Made in Italy, conquista la Terrazza ... Leggi di più
PASTA-B, DA SINGAPORE UN’OPPORTUNITÀ FUSION A MILANO
La storia di Pasta-B cominciò nel 1989 quando la famiglia Han aprì nella Chinatown di Singapore un locale specializzato nella produzione di pasta fresca, noodle e ravioli diversamente declinati. Arrivò presto il successo... Leggi di più
SERATA GOURMET CON LA CANTINA ZÝMĒ AL RISTORANTE ACANTO DI HOTEL PRINCIPE DI SAVOIA
  Nuovo appuntamento con le Serate Gourmet del ristorante Acanto: mercoledì 18 novembre è di scena l’azienda agricola Zýmē, saranno presenti in sala alcune rappresentanti della casa vinicola. Situata nel cuore della Va... Leggi di più
OMEGA 3, IL RISTORANTE MILANESE DEL PLATEAU ROYAL PER TUTTI
OMEGA 3, IL RISTORANTE MILANESE DEL PLATEAU ROYAL PER TUTTI Ristorante o trattoria? Cosa differenza l’uno dall’altra. Gualtiero Marchesi spiega che se ai fornelli c’è una brigata di cucina, si tratta di un ristorante, s... Leggi di più
Lucia Castellano, avvocata, consigliera in regione Lombardia
VINI BIOLOGICI PER APERITIVI ECCELLENTI DA GUSTOROTONDO
La serata sarà dedicata alla degustazione di vini di aziende che coniugano l’eccellenza della produzione con l’attenzione e la cura per il territorio in cui operano. Esempi di creatività, artigianalità e passione, con ... Leggi di più
ANDREA BERTON CHEF E PATRON DEL RISTORANTE BERTON
ALVEARE, UN NUOVO MODO DI CONSUMARE CIBI SANI A PREZZI EQUI
“L’Alveare che dice di sì” è presente in molti quartieri di Milano, ma anche in altre città di varie regioni e ha per mission proporre cibo di alta qualità a un prezzo equo per tutti. “L’Alveare che dice di sì” è un prog... Leggi di più
RYUKISHIN, CUCINA CASALINGA GIAPPONESE… E TANTI RAMEN
Dopo il successo dei food corner Zen Express in Expo, lo chef giapponese Tatsuji Matsubara, già patron dei ristoranti Ryukishin di Osaka, Kyoto e Londra, con il progetto Ryukishin by Zen Express ha aperto il suo nuovo lo... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new