27giu 2017
TEMPO D’ESTATE, TEMPO DI GHIACCIO, MA ATTENZIONE A QUELLO NON ALIMENTARE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Siamo attentissimi all’acqua che beviamo, e a quella del rubinetto preferiamo l’acqua minerale, ma quando beviamo una bibita on the rocks la soglia di attenzione si attenua, eppure è proprio il momento in cui non dovremmo abbassare ka guardia. Ad allertarci ci pensa l’Istituto Nazionale Ghiaccio Alimentare (INGA). Per ghiaccio alimentare si intende quello preparato con acqua giudicata potabile dall’Ufficiale Sanitario e che alla fusione si riduce in acqua egualmente potabile.

Il ghiaccio se non risponde a tali condizioni viene denominato “NON alimentare” o ghiaccio “NON commestibile“.

Il dato inquietante è che, come spiega l’INGA, spesso bar, discoteche, ristoranti, alimentari e operatori del settore turistico-ricettivo producano ghiaccio che nel 90% dei casi non rientra nella definizione di ghiaccio alimentare. Il ghiaccio non alimentare, per intenderci, va bene da mettere nel secchiello per raffreddare le bottiglie, nelle borse frigo, nei contenitori temici per raffreddate lattine e bottigliette ossia in quegli ambiti in cui non entra a contatto diretto con le bevande o il cibo. Ma quello che mettiamo nel bicchiere per rinfrescare il nostro drink , DEVE essere alimentare. Su questo punto spesso manca l’attenzione necessaria. Basti pensare che in vacanza in paesi esotici dove si sa che l’acqua non è sempre potabile siamo giustamente attenti anche all’insalata ma poi beviamo il cocktail con ghiaccio senza tanti problemi e quel ghiaccio  con tutta probabilità non è di acqua potabile.  

Per quanto riguarda l’Italia, il ghiaccio non idoneo al consumo in più delle volte non è prodotto in cattiva fede, ma  per ignoranza in materia. Per esempio non basta che l’acqua utilizzata per produrlo sia potabile: il ghiaccio una volta fuso e ritornato in forma liquida, non è più potabile divenendo di fatto illegale e non salubre. Ciò può essere dovuto, come spiega l’INGA a una errata manutenzione del macchinario che non viene sottoposto alle procedure conformi, come pulizia, manutenzione generica, sostituzione dei filtri e più in generale alla non corretta applicazione del manuale HACCP e della prassi di conservazione e somministrazione degli alimenti.

Per saperne di più contattare L’INGA cliccando qui.  

1

Photo Credits

Photo 1 : https://pixabay.com/
Articoli Simili
I più letti del mese
Boffi Solferino, lo showroom che sa declinare il meglio del design e dell’enogastronomia
Boffi Solferino apre nel 1998 come showroom dedicato al bagno; da allora inaugura una cinquantina di negozi sparsi in tutto il mondo. Nel proprio percorso di crescita Boffi amplia le proprie competenze e diventa punto di... Leggi di più
COLLEZIONI JUNIOR PRIMAVERA ESTATE 2017 | LO STILE MADE IN ITALY
Il calzaturificio Elisabet, azienda marchigiana leader nel settore delle calzature junior, presenta le nuove collezioni Primavera Estate 2017 dei marchi di proprietà Walkey, Morelli e Walk Safari. Guidata dalla famiglia ... Leggi di più
PIERRE HERMÉ, QUANDO IL PASTICCERE DIVENTA PROFUMIERE
Pierre Hermé grande pasticcere francese di fama internazionale, nonché amico del creatore di L'Occitane Olivier Baussan, ha creato tre nuove fragranze, come se volesse assaporarle. d è questa la filosofia alla base delle... Leggi di più
SANTI, BALORDI E POVERI CRISTI IN SPETTACOLO A CASCINA CUCCAGNA
Santi, Balordi e Poveri Cristi. Spettacolo di affabulazione e musica di e con Giulia Angeloni e Flavia Ripa Sabato 11 e domenica 12 marzo 2017 presso la Cascina Cuccagna di Milano Rusalka Teatro presenta lo spettacolo di... Leggi di più
IL 1° MAGGIO HA APERTO BOB. COCKTAIL D’AUTORE E BAO IN ZONA ISOLA
Mood, stili, mode, tendenze, ne nascono e ne tramontano ogni quarto d’ora ultimamente a Milano, spesso perché effimere ed appese ad un esile filo d’erba. Ciò che resiste, cresce e fiorisce, è quel qualcosa ch... Leggi di più
A PADOVA IL FASCINO DI CIRÒ MARINA
Certe serate sono davvero una sorpresa, è successo mercoledì sera 28 Febbraio a Padova all'Osteria Enoteca Cortes in Riviera Paleocapa. Di corsa sotto la pioggia arrivo a piccolo portone, entro, l' ingresso è austero, bu... Leggi di più
Un Picnic al parco Sempione con Tucano
Torna l’estate e Tucano non si lascia sfuggire un’ idea vincente, quella di Tucano Picnic.  Finalmente a Milano ci sarà un luogo – il negozio di Piazza Cadorna - dove fermarsi per prendere un sandwich o un’insalata al v... Leggi di più
58 Brut Rive di Combai
Un vino raffinato ed elegante protagonista di un aperitivo con gli amici o da sorseggiare durante il pranzo delle feste: qualsiasi sia la nostra scelta sappiamo di non aver sbagliato a voler celebrare i momenti festosi... Leggi di più
ABBINAMENTI INEDITI CON GRAND CRU NESPRESSO E DOLCI DELLA TRADIZIONE
Grand Cru Nespresso e i dolci della tradizione: abbinamenti inediti per sorprendere e rendere indimenticabile il momento del caffè durante le feste natalizie.   Le feste natalizie sono strettamente legate alla cucina, ... Leggi di più
I VINI MOSER TRA AROMI E BOLLICINE
L’Azienda Moser dimora nel Trentino e dispone di 16 ettari vitati dislocati in tre diverse aree tra la Val di Cembra e le colline di Trento. Produce cinque vini bianchi, due rossi, vinificati nella cantina di Maso ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new