17dic 2016
RICAMI DI LUCE. PAILLETTES E LUSTRINI NELLA MODA DI PALAZZO MORANDO 1770-2004

Ha appena aperto al pubblico, al primo piano di Palazzo Morando, la mostra, che piacerà molto alle signore: “Ricami di luce. Paillettes e lustrini nella moda di Palazzo Morando 1770-2004”; un viaggio centrato sulla tecnica del ricamo con paillettes e lustrini, tra metalli nobili e luce per ammirare l’evoluzione di questa particolare tecnica dal 1770 al 2004.

Attraverso una selezione di circa venti preziosi abiti, degli oltre 4.000 pezzi della collezione civica conservati a Palazzo Morando, si ripercorre la storia degli straordinari “dischetti” e della loro lavorazione che, negli oltre duecento anni di storia della moda, hanno subito numerose varianti: dall’utilizzo del metallo nei secoli passati alla gelatina animale, la cellulosa e il PVC o materiali sintetici dei giorni nostri.

Ma come nascono le paillettes? Decorare e impreziosire gli abiti cucendovi sopra monete d’oro è una consuetudine molto antica. Ecco perché, a partire dal Trecento, accompagnano l’evoluzione della moda e del costume.

Aprono il percorso alcuni abiti settecenteschi da donna e da uomo che dimostrano quanto si abbondasse nell’uso dei ricami e dei preziosi dischetti di metallo, d’argento, argento dorato o rame, a simbolizzare ricchezza. Mentre nell’abbigliamento maschile la consuetudine viene lentamente abbandonata, paillettes e lustrini diventano irrinunciabili negli abiti delle donne, soprattutto in quelli di corte, come si può vedere nella veste esposta che si ritiene sia appartenuta a Elisa Baiocchi, sorella di Napoleone.

Il secolo più rappresentato è il Novecento a partire dai ricchi abiti della Belle Époque, per proseguire con i raffinati anni Venti o gli spumeggianti anni Cinquanta. Col passare del tempo e con i nuovi modelli sociali, a partire dagli anni Sessanta, l’uso delle paillettes e del ricamo diventa più ironico e leggero, si predilige una femminilità più esile e dinamica, e gli abiti diventano più vivaci e colorati. Un percorso che appare ancor oggi estremamente ricco di suggestioni, ben illustrato dall’abito di Roberto Cavalli, donato al Museo nel 2011, e quello di Giorgio Armani prestato al Museo dalla Casa di moda milanese in occasione della mostra.

Sempre a Palazzo Morando, al piano terra, prosegue fino al 12 febbraio la bellissima mostra fotografica “Milano, storia di una rinascita. 1943-1953 dai bombardamenti alla ricostruzione”.

 

 

Palazzo Morando | Costume Moda Immagine

Via Sant’Andrea 6, Milano - primo piano, Sale espositive

A cura di Gian Luca Bovenzi, Barbara De Dominicis e Ilaria De Palma

15 dicembre 2016 – 2 luglio 2017

Ingresso: con biglietto del Museo

Orari: da martedì a domenica: ore 9-13 e 14-17.30

Info.: +39 02 884 65735 – 46056 | www.civicheraccoltestoriche.mi.it

Catalogo: Galaad Edizioni

1

2

3

4

Indirizzo : Via Sant’Andrea 6 Milano
Telefono : 02.884 65735
Articoli Simili
I più letti del mese
BANCO 23, GASTRONOMIA, ENOTECA, CAFFETTERIA, BISTROT...
Banco 23 di via Ravizza, è un nuovo locale aperto da poco più di due mesi; non è un concept store, ma è sicuramente versatile con offerte ad hoc per ogni ora del giorno aperto dalle 7 alle 21 ed è costituito dal grande b... Leggi di più
“TI PORTA LONTANO” FINALE BARTENDERING: È LUCIO SERAFINO IL VINCITORE
Venerdì 13 gennaio, presso il Nik’s & Co. di Milano, è stato incoronato fra i 5 finalisti in gara, il  vincitore del concorso di Bartendering, istituito attraverso la piattaforma digitale “Ti Porta Lontano”.  Si tratta d... Leggi di più
L’OPERA AL CINEMA: RIGOLETTO. DALLA ROYAL OPERA HOUSE IN DIRETTA VIA SATELLITE NEI CINEMA ITALIANI
Grazie alla Nexo Digital, nell’ambito della stagione 2017-2018 del cartellone della Royal Opera House di Londra (foto 1), il prossimo appuntamento è martedì 16 gennaio 2018. L’opera: Rigoletto (fig. 2), di Gi... Leggi di più
BLANC DESIR: UN BRAND CHE REALIZZA SOGNI DI LUSSO
Tra Milano e Lecco, immersa nei desideri che solo un lago come quello manzoniano può destare e avverare, tra i luccichii delle sue acque e il verde alpino delle montagne che la circondano, nasce Blanc Desir: un brand che... Leggi di più
Franco Raggi, architetto designer
Ginger cocktail lab
Chi frequenta il Ginger cocktail ne va pazzo. Qui gli aperitivi sono accompagnati da un buffet di qualità che accontenta anche vegetariani e vegani con insalate, cereali vari, ma i carnivori possono rifarsi divorando pol... Leggi di più
IDENTITÀ GOLOSE MILANO 2017 LA TREDICESIMA EDIZIONE. CON TEATRO7|LAB
Identità Golose Milano 2017 si appresta a partire con la tredicesima edizione.   Per il secondo anno Eccellenza Ellenica scenderà in campo con i suoi prodotti haut de gamme, i veri protagonisti di una tre giorni tutta ... Leggi di più
In Italia i gemelli Berezutskiy, ambasciatori della nuova cucina russa
Sergey e Ivan dal “Twins” di Mosca pronti alla conquistadel Belpaese con un mix di modernità e tradizione Non poteva iniziare che da Expo la tournée enogastronomica in Italia dei gemelli Sergey e Ivan Berezutskiy, Ambas... Leggi di più
TATAZUMAI, QUATTRO GIORNI PER SCOPRIRE L’ANIMA DEGLI OGGETTI DA MUJI
Tatazumai, quattro giorni per scoprire l’anima invisibile degli oggetti a Milano da Muji In occasione del Fuorisalone di Milano, dopo Parigi e New York, è sbarcata al flagship store MUJI la mostra “Tatazumai”. “Tatazum... Leggi di più
QUANDO LA GRAPPA ACCOMPAGNA UNA CENA AL BOEUCC
La grappa è il distillato nazionale, nato povero e diventato nel tempo sempre più esclusivo, acquisendo morbidezza ed eleganza. Un tempo veniva proposta timidamente a conclusione di una cena importante, oggi invece è ser... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new