09apr 2016
LO STILE GIANNI TESSARI: VINI GARBATI, PULITI, NETTI, COMPIUTI
Articolo di: Fabiano Guatteri

Gianni Tessari è un imprenditore nonché enologo cresciuto in un’azienda vitivinicola che ha lasciato nel 2013 per acquisire la gestione della società agricola Marcato nota per i vini spumanti Lessini Durello, che si estende anche nelle zone doc Soave e Colli Berici. I differenti terroir che riunisce la società hanno spinto Tessari ad affiancare al brand spumantistico Marcato, un nuovo marchio aziendale unicamente di vini fermi che mutua il suo nome, così da avere un’azienda con due marchi. Questa linea, Gianni Tessari, è stata presentata allo spazio eventi  Presso Sarpi di Milano. Le zone di produzione dei vini Tessari sono Soave, Colli Berici e Lessini. Il Soave è una zona ad altissima vocazione vitivinicola e i vini qui prodotti possono raggiungere l’eccellenza. Meno nota ai più la denominazione Colli Berici, dove i vitigni internazionali hanno trovato un’ospitale terra adottiva; da segnalare anche l’autoctono Tai (Tocai) rosso, vino di pronta nonché piacevole beva. Lessini dà invece vita a due referenze, ossia un Pinot Nero e uno Chardonnay. Delle otto etichette prodotte, sei sono state messe in degustazione da Presso, tre bianche e tre rosse. Pur nella diversità ciò che è emerso è una tecnica, una mano, che vorremmo chiamare “Stile Tessari” che genera vini puliti, dai sapori netti sia pur ricchi di nuance, ma senza sbavature, senza imprecisioni. Si sente la mano di chi vuole valorizzare il materiale originario, il sapore delle uve, utilizzando il legno quando serve e ricorrendo ampiamente all’acciaio. 

Monte Tenda Soave Classico Doc 2015, il primo vino messo in degustazione, è prodotto con uve garganega e trebbiano di Soave allevate con densità di 8 mila ceppi per ettaro, pressate sofficemente; la fermentazione del solo mosto avviene in acciaio così come l’affinamento del vino. Ha colore paglierino intenso con riflessi verdi e un garbato profumo di caramello che cede il passo a fiori bianchi e gialli. In bocca ha buon corpo, spalla acida marcata, ricordi di frutta estiva matura e nota di mandorla. 

Chardonnay Veneto Bianco Igt 2015 da uve chardonnay allevate con densità di 7 mila viti per ettaro. La fermentazione in acciaio e affinamento in botte grande per 6 mesi. Alla degustazione ha colore giallo paglierino. Si apre molto lentamente senza concedersi troppo e le caratteristiche di mela, fiori gialli, mango e papaya sono appena sussurrati. Buona mineralità in bocca, piacevole nota tostata e giusta freschezza. 

Pigno Soave Classico Doc 2014 da uve garganega (5 mila viti per ettaro). La vinificazione prevede 3 ore di macerazione, pressatura soffice, fermentazione in barrique e in botti di 40 hl, quindi in acciaio a 14-16 °C. Affinamento in barrique e in botti per 8-10 mesi. Il colore è giallo paglierino che vira al dorato con sfumature verdi; fruttato, ricorda la macchia mediterranea. L’impatto in bocca è ampio, si apprezza la mineralità e si colgono sentori di mandorla. Buona espressione di un’annata non particolarmente felice. 

Tai Rosso Colli Berici 2013, uve tai rosso (grenache) allevate con densità di 7700 viti per ettaro. Fermenta in acciaio e affina in botti di rovere da 40 hl per 12 mesi. Colore rosso rubino leggermente scarico con sfumature granate. Al naso si colgono il durone sotto spirito, la ciliegia, la mandorla di pesca. Buona struttura e piacevole scorrevolezza; tannini ben levigati, morbidi. 

Due Veneto Rosso igt 2013 da uve merlot e cabernet (6 mila viti per ettaro). Fermenta in acciaio per 10 giorni, quindi rifermenta sempre dopo l’ aggiunta di uve cabernet appassite, per 15-20 giorni; affina in tonneau. Colore rosso rubino con unghia di melagrana; al naso è fruttato, con ricordi di ciliegia, ribes nero (cassis), mirtillo nero, note speziate e leggermente erbacee. Gusto molto morbido, vellutato, rotondo, carezzevole con tannini ben intessuti.

Piano Alto Colli Berici Doc 2011 prodotto con uve cabernet franc, cabernet sauvignon, carmenère (7 mila ceppi per ettaro); il 20 per cento delle uve è fatto appassire per 20 giorni, fermentazione in acciaio e affinamento in barrique e botti da 40 hl. Colore rosso rubino vivo con riflessi granati; al naso sentori di ribes nero (cassis), note speziate: si evidenziano toni di vaniglia. Di buona corposità, polposo, presenza tannica e più che buona persistenza. 

Dopo la degustazione abbinamento libero dei vini a prodotti tipici e ai dotti piatti del giovane chef Matteo Grandi. 

1

2

3

4

5

Telefono : 045.7460070
Articoli Simili
I più letti del mese
GHE SEM RADDOPPIA. IN VIA BORSIERI ALL’ISOLA
Abbiamo già detto di Ghe Sem di Vincenzo Monti qui. Ghe Sem da qualche mese ha aperto un secondo ristorante in via Borsieri. La formula è la stessa: dim sum rappresentati da ravioli di diverse fogge confezionati in stile... Leggi di più
ARTE E DEPURAZIONE NELL’ANTICA VALLE DEI MONACI
Mostra Fotografica di Vito Natalino Giacummo e Studio Pace10. MAF Museo Acqua Franca, all’interno del Depuratore di Milano Nosedo   Giovedì 27 aprile alle ore 12, presso gli spazi dell’Urban Center (Galleria Vittorio ... Leggi di più
RISTRETTO DECAFFEINATO IL NUOVO GRAND CRU NESPRESSO
Nel Flagship Store Nespresso di Milano è stato presentato  il nuove deca della Nespresso, Ristretto Decaffeinato. Per l’occasione è stata proposta una  degustazione alla cieca di Nespresso Roma, un caffè intenso  e di Ne... Leggi di più
INAUGURATO IL FUORISALONE CON IL PARTY BELVERERE GARDEN IN VIA MANZONI
Un party esclusivo, l’opening cocktail di Belvedere Garden in via Manzoni interpretato dal tocco creativo del floral designer Thierry Boutemy, che ha trasformato il Giardino di Palazzo Borromeo D’Adda nel Place to Be del... Leggi di più
BLUE GINGER: ESTRO E BRIO NELLA CUCINA ASIATICA
Destinazione meno nota forse tra i locali di cucina asiatica, Blue Ginger (foto 3-4)  si distingue però per una lista di piatti cinesi, giapponesi, thailandesi e vietnamiti creativi rivisti in chiave contemporanea, atten... Leggi di più
ORTICOLA: L’INCONTRO CON FIORI E PIANTE PIU’ ATTESO DI PRIMAVERA
Si aprono i cancelli dei giardini Montanelli per ospitare l’incontro con fiori e piante più atteso di primavera: ORTICOLA Questo evento è diventato un appuntamento irrinunciabile per tutti coloro che amano fiori e... Leggi di più
TUTTOFOOD 2017: 10 + 1 TRA NOVITÀ E CHICCHE DA PROVARE
TUTTOFOOD (foto 1), la fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage organizzata da Fiera Milano, è giunta alla quinta edizione. Vi proponiamo qui una piccola selezione di prodotti nuovi, ma anche da riscoprir... Leggi di più
IL SOMMELIER DEL FUTURO? È DONNA, SORPRENDE CON ABBINAMENTI VINO-CIBO E PARLA AL CUORE
Abbiamo sempre sostenuto che la figura femminile all’interno del mondo del vino fosse capace di apportare novità e competenze. La conferma, anche per ciò che riguarda il mondo della sommellerie, è venuta dalla rece... Leggi di più
BOLLICINE DELLE ALPI: IL METODO CLASSICO SECONDO L’ALTO ADIGE
Abbiamo partecipato alla degustazione tenutasi al Westing Palace di Milano, delle Bollicine delle Alpi: il Metodo Classico secondo l’Alto Adige, realtà che produce 250 mila bottiglie all’anno. Le uve utilizzate sono cha... Leggi di più
GUSTOROTONDO, LA BOUTIQUE DELLE PRELIBATEZZE
Percorrendo di fretta via Boccaccio potrebbe passare inosservato, visto  che il negozio ha una sola vetrina, e sarebbe un peccato non vederlo. Gustororondo  è una piccola boutique alimentare con referenze artigianali di ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new