10giu 2018
LA SORPRENDENTE QINTESSENZ, KELLEREI-KALTERN IN DEGUSTAZIONE A MILANO
Articolo di: Fabiano Guatteri

Kellerei-Kaltern, la Cantina di Caldaro di cui abbiamo detto qui  e qui, produce più linee di vini tra cui  che rappresenta il top di gamma della maison ed è l’essenza della cantina stessa. Rappresenta l’equilibrio tra i vitigni nobili localmente allevati e il miglior terroir, termine che comprende non solo l’ambiente, ossia il terreno, il clima, le condizioni naturali chimiche e fisiche, ma l’intervento dell’uomo. Solo le migliori uve dei vitigni pinot bianco, sauvignon, schiava, cabernet sauvignon, moscato giallo sono destinate a Quintessenz. Grande importanza è data all’uva schiava, vitigno autoctono qui destinato alla produzione del Kalterersee (Lago di Caldaro). Questo rosso ha conosciuto negli anni  un’evoluzione qualitativa in quanto da vino da tavola, è ora diventato una reputata etichetta doc. E’ oggi in sintonia con il gusto attuale in quanto che predilige vini di beva più leggera rispetto al passato.

 

Andrea Moser, enologo della Kellerei-Kaltern di Caldaro, ha presentato presso il ristorante 28 Posti Bistrot di Milano, la collezione Quintessenz, presente Tobias Zingerle, il direttore generale della Cantina (nella foto 1 rispettivamente a destra e a sinistra). 

Ai giornalisti presenti ha proposto le cinque referenze in altrettanti flight alla cieca, ossia con bottiglie bendate, ciascuno dei quali di tre vini. Ad accompagnare le etichette della cantina, sono state selezionate, per affinità, referenze nazionali e internazionali così da stimolare un gioco di confronti.

 

Facendo riferimento unicamente alle etichette della casa atesina, la prima a essere presentata è stata Pinot Bianco Doc 2016 (foto 2); dopo la pigiatura lenta il mosto non filtrato fermenta in botti di rovere di 500 litri e in botti grandi per 10 mesi sur lie. Alla degustazione presenta colore paglierino luminoso con riflessi verde chiaro, il profumo è fruttato, con sentori di mela golden, melone oltre che nuance erbacee. Il sapore è sapido, pulito, consistente con giusta acidità. 

 

Il Sauvignon Doc 2016 (foto 2), prodotto con le stesse modalità del Pinot Bianco possiede colore intenso con rifllessi verde chiaro; il profumo è ampio, si colgono le caratteristiche tipiche del Sauvignon, pesca gialla, mela golden oltre a piacevoli ricordi di piccoli frutti come il ribes nero. In generale, degustando vari Sauvignon, non sempre  abbiamo trovato una corrispondenza tra ciò che il vino promette all’olfatto e quanto rivela al gusto in quanto può succedere che sia più “corto” rispetto alle aspettative. Quintessenz, invece, mantiene le promesse: in bocca è ricco, si colgono le nuance fruttate già recepite odorandolo, oltre a possedere note minerali, sapidità e lungo, suadente finale.

 

Il Kalterersee Classico Superiore Doc 2017 (foto 4) è prodotto con uve schiava fatte macerare sulle bucce per 10 giorni a 25 gradi di temperatura; il vino è poi affinato in vasche di cemento e grandi botti per sei mesi sur lie. Alla degustazione possiede colore rosso rubino; il profumo è caratteristico di piccoli frutti che comprendono la ciliegia, il lampone, la fragola con spiccata nota di mandorla. In bocca è intenso, morbido, rotondo, frsco con note fruttate e con tannini soffici così da poter essere servito fresco di cantina.

 

Il Cabernet Sauvignon Riserva 2015 è prodotto facendo macerare il pigiato per 4 settimane in botti di rovere; il vino è successivamente affiato per 18 mesi in barrique delle quali il 50 % nuove. Possiede colore rosso rubino intenso; il profumo è speziato, con sentori di cannella, piccoli frutti, sottili nuance erbacea e di liquirizia. In bocca è armonico, giustamente tannico, rotondo, con ricordi di cacao, tabacco e ancora liquirizia nel finale.

 

Il Passito Doc 2014 è prodotto con uve moscato giallo vendemmiate tardivamente, quindi fatte appassire in fruttaio per 5 mesi. La pressatura è avvenuta in marzo e la maturazione del vino si è protratta per 24 mesi in tonneau. Di color giallo oro, profuma di frutta estiva matura, oltre che di frutta tropicale come mango e frutto della passione. In bocca è mieloso, suadente, e ripropone note di frutta tropicale già avvertite; notevole la persistenza.

 

Abbiamo chiesto a Andrea Moser quale sia il vino più rappresentativo che propone quest’anno. “Nella linea Quintessenz, che è la novità della  Kellerei-Kaktern, il vino che rappresenta meglio il nostro territorio e la nostra immagine è il Kaltarersee prodotto con uve schiava al 100 per cento. E’ un vino fruttato, elegante, fresco che dà una grande piacevolezza di beva.” 

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
Boffi Solferino, lo showroom che sa declinare il meglio del design e dell’enogastronomia
Boffi Solferino apre nel 1998 come showroom dedicato al bagno; da allora inaugura una cinquantina di negozi sparsi in tutto il mondo. Nel proprio percorso di crescita Boffi amplia le proprie competenze e diventa punto di... Leggi di più
SANTI, BALORDI E POVERI CRISTI IN SPETTACOLO A CASCINA CUCCAGNA
Santi, Balordi e Poveri Cristi. Spettacolo di affabulazione e musica di e con Giulia Angeloni e Flavia Ripa Sabato 11 e domenica 12 marzo 2017 presso la Cascina Cuccagna di Milano Rusalka Teatro presenta lo spettacolo di... Leggi di più
PIERRE HERMÉ, QUANDO IL PASTICCERE DIVENTA PROFUMIERE
Pierre Hermé grande pasticcere francese di fama internazionale, nonché amico del creatore di L'Occitane Olivier Baussan, ha creato tre nuove fragranze, come se volesse assaporarle. d è questa la filosofia alla base delle... Leggi di più
A PADOVA IL FASCINO DI CIRÒ MARINA
Certe serate sono davvero una sorpresa, è successo mercoledì sera 28 Febbraio a Padova all'Osteria Enoteca Cortes in Riviera Paleocapa. Di corsa sotto la pioggia arrivo a piccolo portone, entro, l' ingresso è austero, bu... Leggi di più
Un Picnic al parco Sempione con Tucano
Torna l’estate e Tucano non si lascia sfuggire un’ idea vincente, quella di Tucano Picnic.  Finalmente a Milano ci sarà un luogo – il negozio di Piazza Cadorna - dove fermarsi per prendere un sandwich o un’insalata al v... Leggi di più
58 Brut Rive di Combai
Un vino raffinato ed elegante protagonista di un aperitivo con gli amici o da sorseggiare durante il pranzo delle feste: qualsiasi sia la nostra scelta sappiamo di non aver sbagliato a voler celebrare i momenti festosi... Leggi di più
I VINI MOSER TRA AROMI E BOLLICINE
L’Azienda Moser dimora nel Trentino e dispone di 16 ettari vitati dislocati in tre diverse aree tra la Val di Cembra e le colline di Trento. Produce cinque vini bianchi, due rossi, vinificati nella cantina di Maso ... Leggi di più
ABBINAMENTI INEDITI CON GRAND CRU NESPRESSO E DOLCI DELLA TRADIZIONE
Grand Cru Nespresso e i dolci della tradizione: abbinamenti inediti per sorprendere e rendere indimenticabile il momento del caffè durante le feste natalizie.   Le feste natalizie sono strettamente legate alla cucina, ... Leggi di più
Master lancia sul mercato la linea “Mamma Emma” veri gnocchi di patate
Vere patate cotte al vapore con la buccia, farina tipo 0, uova fresche e sale. Sono questi gli ingredienti che rendono unici gli gnocchi “Mamma Emma”, la nuova linea che l’azienda Master lancia sul mercato in questo peri... Leggi di più
IL PARCO DELLE LETTERE AL FUORI SALONE ALLA BIBLIOTECA SORMANI
Dal 4 all’8 aprile 2017, la Biblioteca Sormani, in Corso di Porta Vittoria, 6 Milano, ospiterà un evento del Fuori Salone 2017 dedicato al progetto “Parco delle Lettere Milano”, promosso dal Comune di Milano, Assessorati... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new