29mag 2017
LA KELLEREI KALTERN A MILANO: INTERPRETAZIONI E GIOCHI DI KALTERERSEE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Il Lago di Caldaro o Kalterersee, è un vino rosso da uve schiava, da sempre simbolo della zona di Caldaro, ben rappresentativo dell’espressione enologica del territorio che trova felici realizzazioni nella realtà produttiva della Kellerei Kaltern. Attorno agli anni ottanta del secolo scorso il Kalterersee aveva perso parte del suo smalto per diventare un vino passante, poco impegnativo e senza grandi pretese, con i produttori che non si impegnavano più di tanto per valorizzarne le peculiarità. Ma con il nuovo millennio il Caldaro ha saputo riconquistare i palati più attenti in quanto lo sforzo per elevarne la qualità ha permesso di raggiungere risultati tangibili. Non è più quello di “una volta” in quanto non solo le tecniche di vinificazione, ma anche il clima, ne hanno fatto un rosso più imponente, ma al tempo stesso è di grande piacevolezza, immediato, che ha conservato la piacevole bevibilità grazie alla freschezza, all’alcolicità non esagerata, da gustare a 14 gradi di temperatura proprio perché dotato di tannini gentilissimi che non temono le temperature di cantina. Kellerei Kaltern ha voluto abbinare ai piatti d’autore della cucina della Trattoria Trippa alcune referenze di questo rosso dell’annata 2016. Sono stati serviti nell’ordine, il Kalteresee Classico Superiore, il Leuchtenberg Kaklterersee Classico Superiore e, un cru, il Pfarrhof Kaklterersee Classico Superiore, tre diverse interpretazioni dello stesso vitigno. 

Il Kalteresee Classico Superiore dei tre è il più beverino, affina in botti di cemento, e alla degustazione comunica sentori di frutta matura, di ciliegia, di lampone e una caratteristica nota di mandorla amara.

Il Leuchtenberg Kalterersee Classico, come il precedente affina in vasi vinari di cemento, ha un maggiore tenore alcolico e un delizioso sentore di piccoli frutti. 

Il Pfarrhof Kalterersee Classico Superiore matura in acciaio e in botti di legno grandi. Di un bel colore rubino brillante, è sapido, rotondo, piacevolmente fruttato. 

Di questo stesso vino è stata proposta una piccola verticale delle annate 2010, 2008 e della suadente 1997 a dimostrare la longevità del Kalterersse che anche a vent’anni di distanza mostra ancora un’invidiabile freschezza. Ma non solo. A bottiglie bendate, il Pfarrhof Kaklterersee 2015, è stato servito con Margot 2014, Domain Joseph Chamorard 2014 e il Mercury Premier Cru 2013 Bouchard Père & Fils tra i quali non solo non ha sfigurato, ma anzi... 

Per l’occasione è stato presentato in anteprima assoluta il kurnst.stück 2016 ossia il vino capolavoro della cantina in cui l’uva protagonista non poteva che essere la schiava. Sarà commercializzato solo in magnum ed è in fase di selezione l’etichetta che lo vestirà. E' stato inoltre servito  e il kurnst.stück dello scorso anno,  Pinot Bianco 2014 di cui abbiamo scritto qui.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
“TI PORTA LONTANO” FINALE BARTENDERING: È LUCIO SERAFINO IL VINCITORE
Venerdì 13 gennaio, presso il Nik’s & Co. di Milano, è stato incoronato fra i 5 finalisti in gara, il  vincitore del concorso di Bartendering, istituito attraverso la piattaforma digitale “Ti Porta Lontano”.  Si tratta d... Leggi di più
Ginger cocktail lab
Chi frequenta il Ginger cocktail ne va pazzo. Qui gli aperitivi sono accompagnati da un buffet di qualità che accontenta anche vegetariani e vegani con insalate, cereali vari, ma i carnivori possono rifarsi divorando pol... Leggi di più
BANCO 23, GASTRONOMIA, ENOTECA, CAFFETTERIA, BISTROT...
Banco 23 di via Ravizza, è un nuovo locale aperto da poco più di due mesi; non è un concept store, ma è sicuramente versatile con offerte ad hoc per ogni ora del giorno aperto dalle 7 alle 21 ed è costituito dal grande b... Leggi di più
Franco Raggi, architetto designer
BLANC DESIR: UN BRAND CHE REALIZZA SOGNI DI LUSSO
Tra Milano e Lecco, immersa nei desideri che solo un lago come quello manzoniano può destare e avverare, tra i luccichii delle sue acque e il verde alpino delle montagne che la circondano, nasce Blanc Desir: un brand che... Leggi di più
BIANCOROSSOGREEN, IL PROGETTO AMBIENTALE AIS IN MOSTRA A ROMA
Biancorossogreen, il progetto ambientale dell’Associazione Italiana Sommelier in mostra a Roma. Martedì 12 dicembre 2017, alle ore 18.00, negli spazi espositivi Micro Arti Visive di Porta Mazzini si inaugura la ras... Leggi di più
GO WINE AUTOCTONO SI NASCE ALL'HOTEL MICHELANGELO DI MILANO
L’associazione Go Wine inaugura giovedì 25 gennaio, l’anno 2018 a Milano all'Hotel Michelangelo Milan,  con l’ormai tradizionale appuntamento dedicato ai vini autoctoni italiani: una serata di degustazi... Leggi di più
In Italia i gemelli Berezutskiy, ambasciatori della nuova cucina russa
Sergey e Ivan dal “Twins” di Mosca pronti alla conquistadel Belpaese con un mix di modernità e tradizione Non poteva iniziare che da Expo la tournée enogastronomica in Italia dei gemelli Sergey e Ivan Berezutskiy, Ambas... Leggi di più
IDENTITÀ GOLOSE MILANO 2017 LA TREDICESIMA EDIZIONE. CON TEATRO7|LAB
Identità Golose Milano 2017 si appresta a partire con la tredicesima edizione.   Per il secondo anno Eccellenza Ellenica scenderà in campo con i suoi prodotti haut de gamme, i veri protagonisti di una tre giorni tutta ... Leggi di più
TATAZUMAI, QUATTRO GIORNI PER SCOPRIRE L’ANIMA DEGLI OGGETTI DA MUJI
Tatazumai, quattro giorni per scoprire l’anima invisibile degli oggetti a Milano da Muji In occasione del Fuorisalone di Milano, dopo Parigi e New York, è sbarcata al flagship store MUJI la mostra “Tatazumai”. “Tatazum... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new