25gen 2017
LA FILIERA DEL VINO E LE DONNE, UN RAPPORTO MIGLIORABILE
Articolo di: Elena Miano

L’indagine delle Donne del Vino, approfondita e molto partecipata, ha coinvolto produttrici, giornaliste, enotecarie, ristoratrici e sommelier presenti e attive all’interno della grande associazione italiana.

 

Emerge un ritratto della donna che lavora all’interno del comparto vitivinicolo positivo per spazio e i ruoli acquisiti,  con grande margine di miglioramento. Su questi due punti tutte le figure professionali che hanno aderito al progetto della presidente Donatella Cinelli Colombini sono completamente concordi, come lei stessa rileva: “C’è un’assoluta omogeneità di vedute sul ruolo delle donne nel mondo del vino: le cose vanno meglio, ma non bene e c’è ancora tanto da fare per raggiungere una reale parità di genere. Inoltre le donne prendono esempio da altre donne assumendole come modelli (82%) elemento quest’ultimo da non sottostimare perché le recenti indagini di Wine Economics sulle donne del vino australiane hanno invece rivelato la propensione del settore femminile del vino a conformarsi a comportamenti professionali e sociali maschili adattandosi a un ambito che le vede in netta minoranza”. 

Ma chi e come sono le Donne che lavorano nel vino? In tutte le categorie esaminate la gran parte delle professioniste possiede una laurea, vediamole nel dettaglio: le produttrici, per esempio, sono laureate per il 43%, sono costrette a fare figli tardi, non sanno cosa sia la pensione e si distinguono in azienda per il dinamismo. Se si analizzano altri settori lo stipendio risulta essere più basso dei colleghi uomini quando si tratta di rapporto dipendente o di figure professionali all’interno di enoteche o ristoranti. Il livello di studio delle giornaliste o di chi si occupa di comunicazione è molto alto, ma quasi tutte hanno dovuto fare i conti con una discriminazione arrogante e sessista; interessante notare che questi disagi hanno contribuito a farle diventare indipendenti e a creare la loro propria impresa.

Per le consumatrici ci sono, al contrario, conferme e sorprese: prese in esame da ristoratrici, enoteche e sommelier le wine lovers crescono in quantità e qualità. Al ristorante la donna dice la sua nella scelta del vino solo se è in coppia, mentre quando è in gruppo è ancora l’uomo a decidere. A tavola le scelte femminili si orientano sui bianchi e in seconda battuta sulle bollicine. Per la consumatrice donna conta il gusto personale e il nome del produttore perché nella stragrande maggioranza dei casi sceglie i brand che conosce.

 

L’analisi è stata condotta con l’aiuto del professor Gabriele Micozzi, docente di Marketing alla Luiss Business School e di Alfredo Tesio, coordinatore del Gruppo del Gusto della Stampa Estera.

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
MOTOBAR, COLAZIONI E APERITIVI DI QUALITÀ NEL MOTOQUARTIERE A MILANO
E’ da poco nato un nuovo punto di riferimento nella mappa sempre più ricca e vivace di Milano, la capitale italiana del food e della moda. È quello che è destinato a diventare in poco tempo il locale più cool del M... Leggi di più
A CENA CON LA DUCHESSA: IL GUSTO FA EPOCA 
Nel Salento, banchetto rinascimentale con le eccellenze enogastronomiche pugliesi e un menu storico, firmato dalla Chef Sara Latagliata. Martedì 8 agosto, nel Castello di Castrignano dei Greci (Lecce), si terrà “A... Leggi di più
Copertino Rosso Eloquenzia 2010
Il Copertino Rosso  Eloquenzia 2010 della Severino Garofano, prodotto unicamente con uve negroamaro, vinificato senza passaggi in legno, è un vino intenso, ampio, ma senza brezze speziate più o meno intense con buona cor... Leggi di più
IL COMUNE DI MILANO LANCIA IL PORTALE DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE
Welfare. Dalla tata alle riparazioni in casa, il Comune lancia wemi.milano.it  il portale dell'assistenza domiciliare Serve aiuto per trovare una tata o una badante? Per fare delle piccole riparazioni in casa o effettua... Leggi di più
DA COTÒLICIOUS, IL POLLO IMPANATO COME MAI ASSAGGIATO PRIMA
Scottadito, alette, panini e insalate con crostini di pollo italiano al 100%, proposto in tagli e panature speciali da gustare nei CotòCorner all'angolo tra Via Bocconi e Viale Bach, in Piazza Luigi di Savoia e, in prima... Leggi di più
TORTELLINI CON OLIO EVO TOSCANO IN CIALDA DI PARMIGIANO
Zuppa di shitaki
Purosangue
PUROSANGUE: TERENZI PRESENTA A VINITALY E PROWEIN L’ANIMA MODERNA DEL SANGIOVESE Durante le due fiere la cantina di Scansano farà scoprire in anteprima l’annata 2012 del suo Morellino di Scansano Riserva VINITALY - Pad... Leggi di più
RITRATTI DI DONNE DEL VINO. CAMILLA GUIGGI: IO PARTO DAL VINO.
La famiglia di origini equamente divise tra Toscana ed Emilia, un padre appassionato di vino che la porta in cantina ad imbottigliare quando aveva tre anni, nonne che cucinano: la stoffa di base è quella di una predestin... Leggi di più
MOËT ICE IMPÉRIAL PROTAGONISTA DEL SUMMER ROCKS PARTY AL MAIO
Dive into Summer, Dive into THE NOW! Moët Ice Impérial è il primo Champagne creato per essere bevuto esclusivamente on the rocks. La più innovativa Champagne tasting experience che unisce piacere, freschezza e lo spiri... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new