02lug 2017
IN THE KITCHEN TOUR PORTA LA GRANDE CUCINA IN GIRO PER L’ITALIA
Articolo di: CityLightsNews

GICO e ChicCharming Italian Chef: In The Kitchen Tour porta la grande cucina in giro per l’Italia grazie alle attrezzature GICO

Per una cucina di alta qualità non solo servono i migliori ingredienti, una buona mano e tanta passione. Fondamentale è avere anche le attrezzature più tecnologiche capaci di rispondere alle più svariate esigenze di tutti i professionisti.

Per questo GICOGrandi Impianti Cucine è stato scelto come partner ufficiale dell’Associazione Chic – Charming Italian Chef con la quale va in giro per l’Italia durante l’evento itinerante In The Kitchen Tour, jam session culinaria che vede i più grandi chef incontrarsi per improvvisare un piatto sfruttando le materie prime messe a disposizione dalle aziende.

L’ultima tappa svoltasi al Ristorante Pashà di Conversano (Bari) ha visto il trionfo della cucina pugliese dove gli chef del territorio hanno dato sfogo alla loro libera immaginazione creando le proprie ricette mediterranea sul palcoscenico fornito da GICO e rappresentato dalle attrezzature più all’avanguardia.

Gli oltre 30 chef pervenuti nella splendida location messa a disposizione da Maria Cicorella, chef e proprietaria del Pashà, hanno avuto la possibilità di scegliere i prodotti del territorio per creare dei piatti utilizzando le attrezzature GICO: la cucina MIA realizzata appositamente per gli eventi Chic e il forno GLOBE - solido e affidabile, estremamente silenzioso, dal design innovativo, i comandi semplici, la simbologia intuitiva, anche nelle versioni tecnologicamente più avanzate.

Di particolare interesse il fuoco a induzione utilizzato per le sue massime prestazioni che garantiscono una resa che arriva fino all’ 85%, per il massimo risparmio energetico e una straordinaria rapidità nelle cotture. Perfetto per ogni tipo di cottura: dal vapore, alla cottura al salto, per sfumare, brasare, ridurre le salse e, soprattutto, per la tempura.

Tra gli chef che hanno scelto le attrezzature GICO ricordiamo Francesco Laera – Fè Ristorante di Noci (BA) - che ha realizzato una coda di aragosta poché con doppia textura di cicorella selvatica in emulsione di olio d'oliva e caffè ristretto, tutto cucinato nelle zone induzione. Anche Edi Dottori – chef marchigiana della Sala della Comitissa, Baschi (TR) – ha utilizzato l’induzione per i suoi involtini di trippa e guanciale rosolati nel fry-top piastra liscia insieme alle melanzane all'aceto balsamico, con friarielli cotti nella birra. Cosimo Russo – chef del Ristorante Acqua a Porto Cesareo (LE) - invece ha saltato in padella l’insalata di paccheri (cucinati nel cuoci pasta insieme all'aragosta) con zafferano, aragosta e maialino croccante (saltato in padella nella cucina a induzione). Andrea Godi – pizzaiolo al 400 Gradi di Lecce - ha preparato diversi tipi di focacce farcite utilizzando il forno Globe.

Anche per l’esclusiva cena a otto mani ospitata da Maria Cicorella e il figlio, gli chef Giancarlo Polito, Francesco Laera e Gaetano Servidio hanno utilizzato la tecnologia GICO: le uova poché di Polito sono state cotte nel cuocipasta e le costolette d'agnello di Laera nel forno.

Mediterraneità, tradizione e qualità delle materie prime esaltate dai prodotti e valori GICO: semplicità che si traduce nell’importanza del servizio al cliente, la responsabilità e la professionalità; salubrità nella promozione delle materie prime e nell’importanza delle cotture delicate, degli accostamenti e degli ingredienti; sostenibilità, ossia rispetto per l’ambiente, attenzione alle tecnologie e al loro impatto, attenzione alla produzione e utilizzo degli scarti.
GICO: tradizione ed esperienza italiana

GICO si presenta oggi al mercato dei grandi impianti come una squadra di “autori di grandi cucine”, con una gamma completa di prodotti eccellenti e di servizi per rispondere alle esigenze di ogni cliente. Professionisti che seguono il cliente dalla progettazione all’installazione e nel post vendita, e una cucina dimostrativa dove si svolgono incontri e corsi di cucina per chef e appassionati. Con le porte sempre aperte al cambiamento, GICO è fermamente convinta che qualità e robustezza del prodotto, servizio, flessibilità ed esperienza, strettamente collegate a eleganza, design ed ergonomia siano i valori che oggi possono fare la differenza.

Alla continua ricerca di soluzioni all'avanguardia per la cottura, la preparazione e la conservazione dei cibi, GICO assicura i più alti standard di affidabilità ed efficienza con notevole risparmio energetico. Il tutto racchiuso nel design made in Italy che da ulteriore valore ai nostri prodotti: funzionale ed esteticamente accattivante. Cruscotto inclinato, manopole in materiale atermico, maniglie ergonomiche. Questi sono solo alcuni esempi di quanto lavoro c’è dietro una Cucina GICO.

Il processo di creazione di un’apparecchiatura GICO comincia con l’ascolto delle esigenze di chi la dovrà utilizzare, dando vita a prodotti in cui prevalgono unicità ed esclusività. La nostra produzione si divide in cottura verticale e orizzontale.

La cottura verticale identifica la gamma forni, strumenti di lavoro molto flessibili, perché oggi è sempre più difficile conoscere in anticipo il flusso e la scelta della clientela. I forni GICO riducono i tempi di cottura e il dispendio di energia e mantengono sapori, aromi e fragranze degli alimenti.
La cottura orizzontale comprende diverse linee produttive che si differenziano per dimensioni, mantenendo sempre efficienza nelle funzioni, solidità delle apparecchiature, igiene e fruibilità ai massimi livelli. GICO nasce con questa cottura e tutt'oggi è la passione più grande.

Le parole chiave che ci guidano nella progettazione sono: Artigianalità, Design, Ergonomia, Autenticità e Personalizzazione. Quest'ultimo concetto è oggi un punto di forza di GICO.

Tali principi giungono oggi alla seconda generazione, tramandati dal fondatore Luigi Ongaro che ha dato vita all’azienda nel 1971, dopo aver gestito altre importanti aziende del mondo dei grandi impianti. Oggi tali obiettivi non sono mutati e vengono portati avanti dalla sua famiglia: agevolare e tutelare il lavoro di chef e brigate di tutto il mondo.

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
IL SOMMELIER DEL FUTURO? È DONNA, SORPRENDE CON ABBINAMENTI VINO-CIBO E PARLA AL CUORE
Abbiamo sempre sostenuto che la figura femminile all’interno del mondo del vino fosse capace di apportare novità e competenze. La conferma, anche per ciò che riguarda il mondo della sommellerie, è venuta dalla rece... Leggi di più
TUTTOFOOD 2017: 10 + 1 TRA NOVITÀ E CHICCHE DA PROVARE
TUTTOFOOD (foto 1), la fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage organizzata da Fiera Milano, è giunta alla quinta edizione. Vi proponiamo qui una piccola selezione di prodotti nuovi, ma anche da riscoprir... Leggi di più
GUSTOROTONDO, LA BOUTIQUE DELLE PRELIBATEZZE
Percorrendo di fretta via Boccaccio potrebbe passare inosservato, visto  che il negozio ha una sola vetrina, e sarebbe un peccato non vederlo. Gustororondo  è una piccola boutique alimentare con referenze artigianali di ... Leggi di più
MASSETO IN VETTA ALLA CLASSIFICA DEI 100 VINI PIÙ IMPORTANTI DEL MONDO
Vino: Masseto in vetta alla classifica dei 100 vini più importanti del mondo Il cru italiano di Bolgheri è l’unico non francese nei primi dieci dell’indice Liv-ex per prezzi medi a cassa   Masseto il pregiato vino Cru... Leggi di più
IL MERCOLEDÌ DI RICHWORLD, TRA SPECIAL GUEST A TUTTA HOUSE
Il mercoledì di Richworld, tra special guest a tutta house anche per il Fuorisalone     Continua a riscuotere sempre più successo il mercoledì per clubber del locale di via Melchiorre Gioia 69 tra aperitivi, cene e su... Leggi di più
APERITIVO CRUDISTA E LA CENA VEGANA “RADICI”. A MARE CULTURALE URBANO
Aperitivo crudista e la cena vegana “radici”: mare culturale urbano mercoledì 19 aprile dalle ore 18.00   Mercoledì 19 aprile 2017 la serata a mare culturale urbano in via G. Gabetti 15 a Milano è dedicata a  Terrestri... Leggi di più
DI TERRA E DI FUOCO MOSTRA DELLE CERAMICHE IN GRES DEL MONASTERO DI BOSE
C’è tempo fino al 30 aprile per visitare la mostra delle ceramiche in gres del Monastero di Bose (BI) “Di terra e di fuoco”. Nell’Oratorio della Passione della Basilica di Sant’Ambrogio di Milano è allestita un’esposizi... Leggi di più
Ginger cocktail lab
Chi frequenta il Ginger cocktail ne va pazzo. Qui gli aperitivi sono accompagnati da un buffet di qualità che accontenta anche vegetariani e vegani con insalate, cereali vari, ma i carnivori possono rifarsi divorando pol... Leggi di più
Franco Raggi, architetto designer
BLANC DESIR: UN BRAND CHE REALIZZA SOGNI DI LUSSO
Tra Milano e Lecco, immersa nei desideri che solo un lago come quello manzoniano può destare e avverare, tra i luccichii delle sue acque e il verde alpino delle montagne che la circondano, nasce Blanc Desir: un brand che... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new