12dic 2017
GROLSCH CONSIGLIA: ANCHE LA BIRRA NEI BRINDISI PER LE FESTE
Articolo di: Clara Mennella

Per accompagnare pranzi e cene dei giorni di festa perché non alternare al vino, in qualche occasione, anche uno spumeggiante e fresco boccale di birra? Si può fare ma è d’obbligo, con i menù ricchi di sapori, sceglierne una di qualità, strutturata e aromatica, come l’olandese Grolsch prodotta in stile Weizen. Senza addentrarci nel complesso mondo delle produzioni birrarie internazionali, la storia di Grolsch è interessante e antica, innanzitutto si deve sapere che è stato il primo birrificio ad introdurre in Olanda la produzione di una Weizen in tipico stile bavarese, ben 400 anni fa, nel 1615 nella piccola città olandese di Grolle (oggi Groenlo) e che da allora viene utilizzata l’acqua della stessa sorgente, che è di qualità altissima e capace di conferire rotondità alla birra mettendone in risalto le note fruttate. Le tipologie di birra Weizen si distinguono per utilizzo del frumento oltre all’orzo, sono ad alta fermentazione, ovvero vengono fatte fermentare a temperature di almeno 15-20°C; sono caratterizzate da aromi e profumi intensi, e da una buona frizzantezza che genera una schiuma bianca, persistente e corposa. Grolsch Weizen deve la sua eccellente qualità alla selezione dei migliori ingredienti e all’utilizzo di una singola varietà di malto e di frumento, è un brand che si è distinto da sempre per originalità e creatività da quando, nel 1676, il mastro birraio Peter Kuijper decise di usare non uno, ma due tipi di luppoli diversi (il primo per il sapore e il secondo per l’aroma) per dare alla birra un gusto vivace e un finale "croccante" ai giorni nostri con il primato di primo birrificio in Europa (e uno dei primi al mondo) per ecosostenibilità, con un riutilizzo degli scarti pari al 99%.

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 1 : Clara Mennella
Photo 2 : Clara Mennella
Photo 3 : Clara Mennella
Photo 4 : Clara Mennella
Articoli Simili
I più letti del mese
Black tie face to face di Riedel
A San Valentino, mentre gli innamorati si guardano... il vino decanta Riedel Crystal, leader mondiale nella produzione di bicchieri e decanter in cristallo e primo nella storia ad aver introdotto il concetto di funziona... Leggi di più
UN MENU A QUATTRO MANI DA TIRAMUSÙ DELISHOES CON NICOLA DELFINO
Tiramisù Delishoes è un Fashion Restaurant Dessert Bar, ossia un’offerta ristorativa e bar cui si unisce la componente fashion di scarpe da donna e accessori: una location concept di food & fashion made in Italy. In occa... Leggi di più
MOTOBAR, COLAZIONI E APERITIVI DI QUALITÀ NEL MOTOQUARTIERE A MILANO
E’ da poco nato un nuovo punto di riferimento nella mappa sempre più ricca e vivace di Milano, la capitale italiana del food e della moda. È quello che è destinato a diventare in poco tempo il locale più cool del M... Leggi di più
A CENA CON LA DUCHESSA: IL GUSTO FA EPOCA 
Nel Salento, banchetto rinascimentale con le eccellenze enogastronomiche pugliesi e un menu storico, firmato dalla Chef Sara Latagliata. Martedì 8 agosto, nel Castello di Castrignano dei Greci (Lecce), si terrà “A... Leggi di più
Copertino Rosso Eloquenzia 2010
Il Copertino Rosso  Eloquenzia 2010 della Severino Garofano, prodotto unicamente con uve negroamaro, vinificato senza passaggi in legno, è un vino intenso, ampio, ma senza brezze speziate più o meno intense con buona cor... Leggi di più
IL COMUNE DI MILANO LANCIA IL PORTALE DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE
Welfare. Dalla tata alle riparazioni in casa, il Comune lancia wemi.milano.it  il portale dell'assistenza domiciliare Serve aiuto per trovare una tata o una badante? Per fare delle piccole riparazioni in casa o effettua... Leggi di più
DA COTÒLICIOUS, IL POLLO IMPANATO COME MAI ASSAGGIATO PRIMA
Scottadito, alette, panini e insalate con crostini di pollo italiano al 100%, proposto in tagli e panature speciali da gustare nei CotòCorner all'angolo tra Via Bocconi e Viale Bach, in Piazza Luigi di Savoia e, in prima... Leggi di più
TORTELLINI CON OLIO EVO TOSCANO IN CIALDA DI PARMIGIANO
Zuppa di shitaki
RITRATTI DI DONNE DEL VINO. CAMILLA GUIGGI: IO PARTO DAL VINO.
La famiglia di origini equamente divise tra Toscana ed Emilia, un padre appassionato di vino che la porta in cantina ad imbottigliare quando aveva tre anni, nonne che cucinano: la stoffa di base è quella di una predestin... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new