23lug 2016
GLENMORANGIE, THE SPIRIT OF THE OPEN | WHISKY SINGLE MALT
Articolo di: CityLightsNews

Anche nel 2016 Glenmorangie è partner ufficiale della 145° edizione degli Open Championship. Una proficua collaborazione, avviata nel 2012 con un accordo triennale e ribadita con la firma di una nuova partnership fino al 2017, che attesta questo Single Malt come il Whisky ufficiale della manifestazione, tanto da diventare “The Spirit of The Open”.  

L’Open Golf Championship è la manifestazione professionale golfistica più antica del mondo. Sin dal 1860 il torneo viene disputato in più di quattordici dei più importanti campi links del mondo, molti dei quali si trovano in Scozia. Il premio del torneo, il Claret Jug – presentato per la prima volta nel 1873 – è un’autentica icona sportiva. L’edizione 2016 dell’Open si svolge dal 14 al 17 luglio a Royal Troon, in Scozia.  

Marc Hoellinger, presidente e CEO Glenmorangie, commenta così la partnership: “L’Open e Glenmorangie presentano una naturale affinità. L’Open è riconosciuto e apprezzato per la meticolosità con cui i giocatori si preparano al torneo. Lo stesso che accade nella Distilleria Glenmorangie durante la preparazione di ciascuna bottiglia.  Siamo orgogliosi che Glenmorangie continui ad essere the Spirit of The Open.”

Ed è proprio nel solco di questo rapporto speciale tra Glenmorangie e l’Open Championship che si inserisce l’evento esclusivo – riservato a 100 selezionatissimi giocatori – che si è tenuto il 14 luglio al Golf Club Milano, lo stesso che ospiterà, dal 15 al 18 settembre, l’Open d’Italia. Spazio anche per sorprese sul campo, cart trasformati in postazioni per i bartender (che hanno allietato i giocatori con cocktail studiati da Glenmorangie), bottiglie speciali di Glenmorangie 12 Years Old e 18 Years Old per premiare contest alle buche 12 e 18, suonatori di cornamuse, per trasportare un angolo di Scozia anche sul suolo italiano.    

UN SINGLE MALT CHE NASCE 

NELLA “VALLE DELLA TRANQUILLITÀ”

Tain, il burgh (borgo) più antico della Scozia, è un paesino di circa 3.500 anime, facente parte dell’area amministrativa dell’Highland.  In questa piccola città, affacciata sul Mare del Nord, si trova una “Valle della Tranquillità” dove, da secoli, è custodito il segreto che rende il Whisky un grande Single Malt. 

Dal 1843, la Distilleria Glenmorangie (che, in gaelico, significa appunto “Valle della Tranquillità”) produce i Single Malt più amati dagli scozzesi. E, dopo più di un secolo e mezzo, sono ancora sedici gli uomini che ne preservano lo stile e l’originalità, tramandandosi di generazione in generazione i metodi artigianali della distillazione. 

Le origini del Whisky Scozzese si perdono nella notte dei tempi e la sua nascita è ammantata di mistero. Per avere una prima testimonianza documentata sulla sua produzione bisogna risalire al 1494, quando Re Giorgio IV emanò un decreto in cui si stabiliva che una determinata quantità di malto andava consegnata a frate John Cor per la produzione di 'aqua vitae'; nel 1640, un inventario dell’epoca sancisce l’avvio della produzione di Whisky nell’area di Tain; risale al 1730 la data di fondazione della prima distilleria della zona.  

La storia di Glenmorangie inizia, come dicevamo, nel 1843, quando la Distilleria ottiene la licenza di produrre Whisky. La leggenda narra che il Distillery Manager William Matheson, invece di comprarne di nuovi, trovò degli alambicchi a collo di cigno di seconda mano in una distilleria di gin, ritenendoli comunque adatti allo scopo. Da una semplice intuizione è nato il marchio di fabbrica che ha reso Glenmorangie celebre in tutto il mondo. Ancora oggi, infatti, gli alambicchi utilizzati, i più alti di Scozia (con i loro 5.14 metri di altezza), sono arcuati colli a cigno, forgiati a mano da esperti ramai. 

Presto Glenmorangie ha iniziato ad essere esportato in tutto il mondo, soprattutto per gli abitanti del Ross-shire – la contea di Tain – emigrati nelle Colonie. Tra i clienti più prestigiosi di Glenmorangie, a testimonianza della sua qualità superiore, l’Hotel Savoy a Londra.


Nel corso della sua storia, la Distilleria ha saputo innovarsi senza però rinunciare all’approccio “artigianale” che ne ha sempre caratterizzato la peculiarità: negli anni Novanta del 1900 l’acquisto di nuovi alambicchi, per continuare a rispondere alla crescente domanda di Glenmorangie Single Malt; nel 2002, l’aggiunta di due nuove vasche di fermentazione. 

Ma, oltre al metodo tradizionale di distillazione, rimasto inalterato nel tempo, a non essere cambiato – nonostante un aumento vertiginoso della produzione – è anche il numero di persone a cui è affidato il compito di dare vita ai Single Malt Glenmorangie: dal 1843 sono i “Sedici Uomini di Tain” ad occuparsi della gestione della Distilleria, lavorando tutti i giorni dell’anno e fermandosi solo per il Natale e per le necessarie opere di manutenzione. Questa dedizione assicura alla Distilleria Glenmorangie il primato della tradizione nelle Highlands.

A suggellare l’eccezionalità di questo Single Malt, l’acquisto, a inizio 2005, del marchio Glenmorangie da parte di Moët Hennessy, divisione del Gruppo francese del lusso LVMH.

Ma cosa rende davvero speciale Glenmorangie?

IL SEGRETO DI GLENMORANGIE 

I SEDICI UOMINI DI TAIN

A rendere così speciale Glenmorangie sono innanzitutto le persone. Nella “Valle della Tranquillità” operano, senza sosta, i Sedici Uomini di Tain, ciascuno con un compito ben preciso al fine di mantenere la massima efficienza nell’intero processo. 

Mashmen 


La prima fase del processo di distillazione di Glenmorangie è il trasferimento del grist, l’orzo maltato la cui macinazione ha raggiunto la consistenza perfetta, nel mush tun, un grande recipiente circolare in cui avviene la macerazione. 

Il grist viene mescolato con acqua calda proveniente dalle fonti di Tarlogie, da cui si ottiene un liquido zuccherino chiamato wort (mosto). Il wort viene prelevato dal mush tun e successivamente passato nelle vasche di fermentazione, dette washbacks, a cui si aggiungono lieviti che permettono di ottenere, dopo circa 48 ore, un secondo liquido chiamato wash. Questo liquido, contenete alcol a bassa gradazione, sarà quello poi distillato. 

Tale operazione, fondamentale per la nascita dei Single Malt, è supervisionata con perizia e pazienza dai Mashmen. I Mashmen di Glenmorangie sono ben consapevoli di quanto il tempo e la macerazione contribuiscano alla trasformazione del granulato di malto in alcol: questa è la fase più delicata dell’intero processo e la loro abilità sta nell’assicurare la produzione del miglior mash possibile per gli Stillmen che dovranno distillarlo. Sanno anche che servono almeno 10 anni perché il Single Malt raggiunga la maturità: è in quel momento che la loro bravura verrà ripagata.

Stillmen


Sono gli Stillmen, i maestri della distillazione, a decidere quando il distillato è pronto per passare all’invecchiamento: solo a loro spetta il diritto di ruotare la leva che farà affluire il prezioso liquido nelle botti. Nella Distilleria Glenmorangie solamente ad un quinto del risultato della seconda distillazione è concesso di passare alla fase dell’invecchiamento. Il restante torna negli alambicchi per una terza raffinatura.

Quello degli Stillmen è un lavoro fatto di precisione incredibile, dal momento che devono essere sempre attenti ai cambiamenti che avvengono tra gli alambicchi e gli spirit safe dove viene raccolto il distillato, monitorandone i livelli e spillandolo al momento giusto.

Warehousemen


Non esiste grande tradizione senza una corretta gestione degli spazi della Distilleria. I Warehousemen Glenmorangie sanno quanto i pavimenti di terra e l’umidità influenzino l’invecchiamento, sanno quanto l’altezza di ogni magazzino sia di vitale importanza nel processo di maturazione del Single Malt. 


La loro giornata inizia verso le otto del mattino, quando il nuovo distillato passa dagli alambicchi alle botti per iniziare la maturazione. Il processo può richiedere anche mezza giornata, il che lascia il pomeriggio per rinnovare il magazzino con le botti vuote e per selezionare le botti pronte per la spedizione dopo almeno 10 anni di invecchiamento.

IL SEGRETO DI GLENMORANGIE 

GLI “INGREDIENTI” DI UN SUCCESSO

Gli ingredienti che entrano nel processo di produzione del Single Malt Whisky sono l’orzo, l’acqua, la torba e i lieviti.

La produzione si articola in 5 fasi: il maltaggio (l’orzo rilascia l’amido e permette di estrarre il materiale di fermentazione); la macinazione dell’orzo; la fermentazione; la distillazione; la maturazione.

La Purezza dell’acqua

La Distilleria Glenmorangie usa solamente acqua proveniente dalle sorgenti Tarlogie, fonti di proprietà che garantiscono acqua più limpida, con più durezza, più calcio e magnesio rispetto alla comune falda acquifera del territorio scozzese.

Gli alambicchi

Glenmorangie possiede gli alambicchi più alti della Scozia (5.14 metri). L’altezza degli alambicchi è fondamentale per ottenere un distillato dalle caratteristiche estremamente fini e complesse.

L’età e la varietà delle botti

Le botti impiegate per l’invecchiamento sono di Quercia Bianca Americana e provengono dagli Stati Uniti, dove sono inizialmente utilizzate per invecchiare il Bourbon. Solo le migliori sono poi inviate in Scozia, pronte per accogliere il Single Malt Glenmorangie. 

L’impiego di legno essiccato all’aria e cresciuto lentamente presenta diversi vantaggi. Contiene un numero maggiore di  pori aperti, riduce l’astringenza e l’amarezza che derivano dai tannini nel legno e aiuta ad aprire la struttura interna aumentando la capacità di ossidazione. L’essicazione del legno all'aria aperta permette così alla botte di sprigionare sapori più delicati e più ricchi. 

La continua attenzione all’innovazione delle tecniche di invecchiamento ha portato alla nascita dei “Glenmorangie Wood Finish”: questi distillati, invecchiati come di consueto nelle botti di Bourbon, vengono ulteriormente raffinati per due anni in ex botti di Sherry, di Porto o di Madeira, scelte per la loro origine e qualità, che arricchiscono di gusto e ricercatezza le caratteristiche complesse di Glenmorangie 

LA GAMMA GLENMORANGIE

Glenmorangie The Original

Glenmorangie Original è un single malt whisky invitante, perfetto connubio tra delicatezza e lunga maturazione lenta. Le caratteristiche di gusto – derivanti dal primo travaso nei barili di bourbon che permea la maggior parte dei Single Malt Glenmorangie, invecchiati insieme al passaggio nei barili di quercia fatti essiccare all'aria – si rivelano in un whisky che, accendendo i sensi, dona un tocco di relax e convivialità in più. 

Aroma: il profumo del limone e delle pesche mature è addolcito dall’aroma di vaniglia. 

Gusto: vaniglia cremosa che scivola setosa sulla lingua, seguita da accenni di fiori fruttati. 

Retrogusto: Rimane vagamente sulla lingua un retrogusto di note fruttate, arancia e pesca.

Glenmorangie Quinta Ruban

Un whisky maturo, trasferito dalla botte originale nelle botti di porto importate dalle ‘Quintas’ portoghesi per una successiva maturazione. Tale processo trasforma il Quinta Ruban in un whisky vellutato, dal complesso equilibrio di sapori dolci e secchi che avvolgono il palato in un intrigante bilanciamento di strutture vellutate, frizzanti e rinfrescanti. Non filtrato a freddo e con una gradazione alcolica del 46%, le sue note principali di gusto sono ricche, al sapore di cioccolato e menta.

Colore: Oro rosato, solare.

Aroma: Cioccolato fondente alla menta, mandarino e pesca di Siviglia si uniscono al sandalo e alla noce, prima di sprigionare un finale speziato di pepe e noce moscata. 

Gusto: Un manto di seta vellutata accarezza la lingua, lasciando spazio a una ricca ondata di noci ricoperte di cioccolato fondente e tratti di arancia.

Retrogusto: Persistenti richiami al cioccolato fondente alla menta con le note frizzanti dell’arancia.

Glenmorangie Lasanta

Un single malt elegante e corposo con invecchiamento extra in fusti di Sherry Oloroso spagnolo. Presenta una texture accattivante e un aroma profondo e dolce. Non filtrato a freddo e con gradazione alcolica del 46%, le sue note principali sono di toffee, uva secca e noci.

Colore:Ruggine chiaro

Aroma: Si rivela nel mix tra spezie ed uva secca ricoperta di cioccolato, cera d’api e mou al caramello. 

Gusto: Il tipico sapore è di sherry spagnolo, con uva sultanina, spicchi d’arancia, noce e mou al burro che si combinano con tracce speziate per creare un complesso unico. 

Retrogusto: Lascia un sentore di arance saporite e nocciole ricoperte di cioccolato.

Glenmorangie Nectar D’Òr

Un whisky single malt accattivante, delizioso e complesso che viene ulteriormente fatto maturare in barrique di Sauternes selezionate a mano. Questa caratteristica lo rende ricco con un inebriante gusto di dessert da pasticceria.  Non filtrato a freddo e con una gradazione alcolica del 46%, le sue note di gusto sono agrumate, corpose e dense.

Colore: Color miele.

Aroma: Lime, buccia d’arancia, uva sultanina e datteri regalano un ricco aroma fruttato unito a intriganti note speziate di cocco e noce moscata. 

Gusto: Zenzero, noce moscata e mandorle tostate aggiungono calore ed elasticità al composto, che si scioglie infine in una succulenta meringa al limone. 

Retrogusto: Note aspre di limone, crema alla vaniglia e tracce delicate di zenzero e noce moscata.

Glenmorangie 18 Years Old

Un Single Malt che si distingue per il proprio carattere. Dopo aver trascorso 15 anni ad invecchiare nelle botti di legno di Quercia Americana, circa il 30% del distillato viene travasato in botti di Oloroso spagnolo, dove trascorre altri 3 anni di maturazione. Successivamente, quando tutti gli elementi hanno raggiunto i 18 anni d’invecchiamento, vengono miscelati insieme per creare un whisky dal bouquet ricco e corposo. Un Single Malt dall’incredibile intensità dove la dolcezza dell’uva sultanina dello sherry viene bilanciata dalle note legnose della Quercia Americana. 

Aroma: Ricco, rotondo e dolce con note di frutta secca e sentori di fiori. 

Gusto: Miele, malto e profumo di fiori si amalgamano tra loro, mentre datteri e fichi emergono in sottofondo. 

Retrogusto: Un finale lungo e allettante che si combina con la dolcezza della frutta secca e un sottofondo di legno di Oloroso.

Glenmorangie Signet

Un whisky soffuso di sofisticatezza e ricco nel gusto. Glenmorangie Signet è il risultato di un’innovazione realmente pionieristica, di una passione incessante e di lavorazioni segrete. Non appena degustato, la scura voluttà e la vellutata esplosione si svelano in tutta la loro pienezza. La struttura potrebbe essere paragonata al velluto, delicato e scuro, diversa da quella di qualsiasi altro distillato mai provato.

Aroma: Note di caffè espresso unite a sherry e buccia d'arancia candita con sentori di cacao. 

Gusto: Dolce e ricco con note speziate e caffè amaro, cacao e arancia. 

Retrogusto: Secco e fruttato con note di menta e agrumi

LA DEGUSTAZIONE

La degustazione è una vera e propria esperienza sensoriale. Si osserva prima il colore contro luce. Un Single Malt più chiaro e trasparente indica un invecchiamento più breve, mentre una tonalità più intensa indicherà un invecchiamento più lungo. Si aggiunge un po’ d’acqua che permetta di liberare gli aromi e si annusa dapprima leggermente e poi con maggiore intensità.

Quindi se ne assaggia una piccola quantità, lasciandola movimentare in modo che se ne possa apprezzare appieno la complessità: le note dolci sulla punta della lingua, quelle salate sui lati, quelle acide sui bordi laterali e quelle amare sulla parte posteriore.

La degustazione del Whisky è anche una questione di ‘naso’. È anche importante utilizzare il bicchiere giusto, che raccolga gli aromi, come una coppa, uno snifter o un bicchiere a tulipano.

GLENMORANGIE E LA MIXOLOGIA

Per apprezzare al meglio tutta l’intensità e la corposità dei Single Malt Glenmorangie Extra Matured, si consiglia di aggiungere mezzo cucchiaio di melassa di zucchero e tre gocce di bitter (“The Bitter Truth” Orange per Lasanta, “The Bitter Truth” Creole per Quinta Ruban, “The Bitter Truth” Celery per Nectar D’Or) a 50 ml di Glenmorangie su un cubetto di ghiaccio, mescolare delicatamente e servire con una scorza d’arancia.  

Per una degustazione ancora più piacevole di Original anche durante le giornate estive, ecco la ricetta The Long Zest che ne esalta il sapore

Ingredienti

50 ml Glenmorangie Original

½ cucchiaio di melassa di zucchero

3 gocce di Angostura

75 ml di ginger ale

Scorza di arancia 

Preparazione

Aggiungere la melassa di zucchero e le gocce di Angostura a Glenmorangie Original versato su un cubetto di ghiaccio

Mescolare delicatamente 

Aggiungere il ginger ale

Guarnire con la scorza di arancia

Servire in un tumbler Glenmorangie

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
Boffi Solferino, lo showroom che sa declinare il meglio del design e dell’enogastronomia
Boffi Solferino apre nel 1998 come showroom dedicato al bagno; da allora inaugura una cinquantina di negozi sparsi in tutto il mondo. Nel proprio percorso di crescita Boffi amplia le proprie competenze e diventa punto di... Leggi di più
COLLEZIONI JUNIOR PRIMAVERA ESTATE 2017 | LO STILE MADE IN ITALY
Il calzaturificio Elisabet, azienda marchigiana leader nel settore delle calzature junior, presenta le nuove collezioni Primavera Estate 2017 dei marchi di proprietà Walkey, Morelli e Walk Safari. Guidata dalla famiglia ... Leggi di più
PIERRE HERMÉ, QUANDO IL PASTICCERE DIVENTA PROFUMIERE
Pierre Hermé grande pasticcere francese di fama internazionale, nonché amico del creatore di L'Occitane Olivier Baussan, ha creato tre nuove fragranze, come se volesse assaporarle. d è questa la filosofia alla base delle... Leggi di più
SANTI, BALORDI E POVERI CRISTI IN SPETTACOLO A CASCINA CUCCAGNA
Santi, Balordi e Poveri Cristi. Spettacolo di affabulazione e musica di e con Giulia Angeloni e Flavia Ripa Sabato 11 e domenica 12 marzo 2017 presso la Cascina Cuccagna di Milano Rusalka Teatro presenta lo spettacolo di... Leggi di più
IL 1° MAGGIO HA APERTO BOB. COCKTAIL D’AUTORE E BAO IN ZONA ISOLA
Mood, stili, mode, tendenze, ne nascono e ne tramontano ogni quarto d’ora ultimamente a Milano, spesso perché effimere ed appese ad un esile filo d’erba. Ciò che resiste, cresce e fiorisce, è quel qualcosa ch... Leggi di più
A PADOVA IL FASCINO DI CIRÒ MARINA
Certe serate sono davvero una sorpresa, è successo mercoledì sera 28 Febbraio a Padova all'Osteria Enoteca Cortes in Riviera Paleocapa. Di corsa sotto la pioggia arrivo a piccolo portone, entro, l' ingresso è austero, bu... Leggi di più
Un Picnic al parco Sempione con Tucano
Torna l’estate e Tucano non si lascia sfuggire un’ idea vincente, quella di Tucano Picnic.  Finalmente a Milano ci sarà un luogo – il negozio di Piazza Cadorna - dove fermarsi per prendere un sandwich o un’insalata al v... Leggi di più
58 Brut Rive di Combai
Un vino raffinato ed elegante protagonista di un aperitivo con gli amici o da sorseggiare durante il pranzo delle feste: qualsiasi sia la nostra scelta sappiamo di non aver sbagliato a voler celebrare i momenti festosi... Leggi di più
ABBINAMENTI INEDITI CON GRAND CRU NESPRESSO E DOLCI DELLA TRADIZIONE
Grand Cru Nespresso e i dolci della tradizione: abbinamenti inediti per sorprendere e rendere indimenticabile il momento del caffè durante le feste natalizie.   Le feste natalizie sono strettamente legate alla cucina, ... Leggi di più
I VINI MOSER TRA AROMI E BOLLICINE
L’Azienda Moser dimora nel Trentino e dispone di 16 ettari vitati dislocati in tre diverse aree tra la Val di Cembra e le colline di Trento. Produce cinque vini bianchi, due rossi, vinificati nella cantina di Maso ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new