30gen 2017
CARNEVALE, SI AVVICINA L’APPUNTAMENTO TANTO ATTESO E AMATO

Carnevale, è tempo di maschere. Si avvicina l’appuntamento tanto atteso e amato da grandi e piccoli.

 

La prossima festa in calendario è Carnevale che raggiungerà il clou dei festeggiamenti martedì grasso 28 febbraio, fatta eccezione per il Carnevale ambrosiano che si protrarrà fino a sabato 4 marzo.

Festa profana per eccellenza, il Carnevale è l’erede dei culti dionisiaci dell’antica Grecia e dei Saturnali del mondo romano che ha in sé una vena di trasgressione, rimasta in parte fino ai giorni nostri. Certo, qualcosa è cambiato rispetto al passato: la festa non è più un ribaltamento di gerarchie e ruoli, ma alcune tracce dei tempi antichi restano, per esempio il senso del divertimento, dello sberleffo, della presa in giro, del travestimento.

Scegliamo quindi alcuni carnevali di antiche tradizioni a portata di viaggio, così da poterlo organizzare per tempo.

Si parte dalla Lombardia e si va a Bagnolino (Bs): lunedì e martedì grassi, i “balarì” -i ballerini e suonatori- girano per le vie del borgo nei loro ricchissimi costumi tradizionali, su cui spiccano i cappelli rossi guarniti con fiocchi colorati. Tra loro, i “maschèr” che, irriconoscibili nel travestimento da vecchi, si divertono a fare scherzi.

www.bagolinoinfo.it.

In Piemonte, a Borgosesia (Vc), la festa è eccezionalmente prolungata a mercoledì 29 per il gran finale pirotecnico. Nei giorni precedenti, cortei e degustazioni nel centro storico, sfilata di carri allegorici e assaggi del piatto tradizionale a base di busecca, variante della trippa.

www.carnevaleborgosesia.it.

Si prosegue in Emilia, a Cento (Fe) che si fregia del titolo di “Carnevale d’Europa”. Qui, per ben cinque fine settimana (12-19-26 febbraio e 5-12 marzo) sfilano per la cittadina mastodontici carri allegorici, da cui piovono caramelle, dolciumi, peluche, bambole e gadget di ogni forma e colore. L’evento si conclude con il Tasi, la maschera tipica, che viene data alle fiamme a simboleggiare la fine del Carnevale.

www.carnevalecento.com.

E sempre in Emilia, a Ferrara, il Carnevale è un inno al Rinascimento: dal 23 al 26 febbraio, la città rende omaggio a Eleonora d’Aragona tornando ai fasti e alle atmosfere del ‘400 e ‘500. Tema di quest’anno è “luna, sole e pianeti”. Il corteo storico, in onore della duchessa di Ferrara, partirà alle 16.00 di sabato 25 febbraio da Palazzo Schifanoia e, attraverso il cuore storico della città, raggiungerà piazza Municipale, dove andrà in scena un grande spettacolo di teatro di strada. Ma molti altri saranno gli eventi rinascimentali nell’ultimo lungo weekend di febbraio, tra cene di corte, commedie teatrali, spettacoli a tema, balli in maschera e concerti, visite guidate nei musei e attività per i più piccoli.

Per scoprire tutti gli eventi www.carnevalerinascimentale.eu

Si arriva in Toscana e ci si ferma a Viareggio (Lu) solo per accennare a un Carnevale che non ha bisogno di grandi presentazioni. Vale la pena ricordare che si svolge dal 1873, quando un gruppo di giovani della borghesia locale, con l’intento di protestare contro l’inasprimento della pressione fiscale, organizzò una sfilata di carri costruiti dalle maestranze del porto. Da allora i carri sono diventati opere d’arte, frutto di mesi di lavoro dei mastri carristi. I grandi cortei mascherati nel 2017 avverranno il 5, 12, 18, 26 e 28 febbraio.

www.viarreggioilcarnevale.com. 

Restando in Toscana si va a Castiglion Fibocchi (Ar) dove ritorna il Carnevale dei “Figli di Bocco”, che ricorda molto il carnevale veneziano e le sue eleganti maschere barocche. Il Comune ha origine nel XII secolo, quando la famiglia dei Pazzi entrò nel governo del feudo. Tra loro spiccava Ottaviano Pazzi, soprannominato Bocco per una deformazione del viso. A lui il centro deve il nome. E Figli di Bocco si sono ribattezzati coloro che da circa 20 anni tengono vive alcune tradizioni locali, prima fra tutte quella delle feste a corte in maschera, cui aveva accesso anche il popolo: un carnevale ante litteram cui partecipano oggi duecento figuranti in costume e con il volto coperto dalle tipiche maschere veneziane.

Gli eventi 2017 sono in programma domenica 12 e domenica 19 febbraio.

www.carnevaledeifiglidibocco.it.

 

 

 

 

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
CRISTALLO MARINO NEL DESERTO DI PORPORA
Sulle note di Desert Rose nasce il mio "Cristallo marino nel deserto di porpora" Nelle sabbie del deserto di frutto originario della calda Africa dai colori purpurei e brillanti c'è una Rosa Marina che lungo tempo ha tra... Leggi di più
SECCA DEL CAPO COLOSI VINO BIANCO SAPIDO E VIBRANTE
Le Cantine Colosi producono vini di Salina e Malvasia delle Lipari dalla fine degli anni ottanta. Secca del Capo, Salina Indicazione Geografica Tipica, è ottenuto unicamente con uve malvasia allevate su terreno vulcanico... Leggi di più
SAN VALENTINO CON T’A MILANO AL SALON DU CHOCOLAT
Arriva finalmente a Milano il Salon du Chocolat, la grande fiera internazionale del cioccolato, che da ormai 20 anni riscuote enorme successo in tutto il mondo. La prima edizione milanese, che si gioverà della fortunata ... Leggi di più
Funny's Sicily - Temptation Island c/o AlBar Milano 11 luglio 2015

AlBar Milano presenta l’11 luglio, dalle ore 19, Funny’s Sicily – Temptation Island, l’evento dedicato alle isole più belle del mondo. Funny’s è un nuovo format per un weekend all’insegna del divertimento, della musica e... Leggi di più
Sul Sushi Tram Sake
Siamo saliti sul Sushi Tram Sake per il viaggio inaugurale dedicato alla stampa. Le modalità dei tour dei giorni successivi si svolgeranno con le modalità riportate nel programma recentemente da noi pubblicate. L’evento ... Leggi di più
Pier 52 autunno 2015
Abbiamo già avuto modo di scrivere di Pier 52, ristorante a vocazione ittica con piatti di carne di ricercati. Con l’arrivo dell’autunno il titolare Edi Beqja insieme con lo chef contitolare Pietro Penna, ha presentato a... Leggi di più
190 ANNI MA NON LI DIMOSTRA: IL TEMPORARY SHOP CAFFAREL
A Milano il primo temporary shop Caffarel per far conoscere le delizie del suo cioccolato. Il maître chocolatier piemontese che per primo, nel 1865, inventò il gianduiotto (diventato poi un simbolo di Torino) ha scelto ... Leggi di più
DAI CONTADINI, DOVE I PRODOTTI ALIMENTARI SI POSSONO COMPRARE... CON CREDITI
di Alessio Bini   In un piccolo comune della lucchesia, in Toscana, c’è un negozio di alimentari dove si possono trovare ancora i prodotti locali. Non i prodotti biologici certificati, ma semplicemente i prodotti... Leggi di più
SALON DU CHOCOLAT, L’UNICO EVENTO CHE ESALTA LE ECCELLENZE DEL CIOCCOLATO
Il cioccolato mette quasi tutti d’accordo su quanto sia il prodotto più goloso per eccellenza. Non a caso è stato definito “cibo degli dei” cui è difficile resistere: capace di consolare gli animi, sedurre i corpi, regal... Leggi di più
al d. gelateria all'azoto
La prima gelateria in Italia all’ azoto Mercoledì 1 aprile  alla gelateria “ al d.” di Bergamo, Marios Gerakis, suo ideatore e patron , ha tenuto uno showcooking riservato alla stampa; per l’occa... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new