06set 2017
BRANCO A CHI? NON CHIAMIAMO “BRANCO” GLI STUPRATORI.
Articolo di: Fabiano Guatteri

Non chiamiamo “branco” gli stupratori. Le lingue sono in costante evoluzione. Quella italiana è un esempio calzante. Basti pensare quanti neologismi sono entrati recentemente nei lemmari dei più reputati vocabolari. Vi sono inoltre termini già esistenti che hanno assunto nuovi significati come per esempio “branco”. Spesso a condizionare il linguaggio è la stampa. Quando ai giornalisti piace un termine, questo è ripetuto pedissequamente, se poi diventa di moda, è utilizzato spesso a sproposito. Ci sono termini di per sé privi di connotazioni negative che sono stati impiegati in modo da assumere un valore opposto a quello originario, come per esempio “branco”. Un branco è un insieme di animali della stessa specie, ossia pecore, capre, elefanti, lupi... uniti allo scopo di meglio difendersi e se il branco attacca è per necessità, non per voglia di far male, sadismo, cattiveria. Un branco di elefanti non violenta, non umilia. Un branco di lupi se caccia lo fa per nutrirsi, quasi come noi umani onnivori, che ci nutriamo anche di animali senza però doverli cacciare. Ovviamente la profonda ignoranza di alcuni giornalisti ha portato a definire “branco” bande di stupratori, associazioni a delinquere, espressioni di feccia umana, quando di branco non hanno nulla se non il fatto di comprendere più soggetti. Ora definire in questo modo i vari gruppi di violentatori, autoctoni o alloctoni che siano, significa considerarli “animali” come se gli animali meritassero tale associazione. Il rapporto tra maschi e femmine nel regno animale all’interno della stessa specie, è più nobile di quello tra uomini e donne in quanto i maschi non violentano, non aggrediscono, non feriscono, non ammazzano le femmine come fanno alcuni di noi (e non sono pochi). Pertanto voler paragonare il peggio degli uomini agli animali, è profondamente sbagliato, è diseducativo oltre a rappresentare un torto per gli animali stessi. Chiamiamo tali associazioni a delinquere feccia umana, bande di stupratori, chiamiamoli come vogliamo, ma lasciamo stare i branchi.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
“TI PORTA LONTANO” FINALE BARTENDERING: È LUCIO SERAFINO IL VINCITORE
Venerdì 13 gennaio, presso il Nik’s & Co. di Milano, è stato incoronato fra i 5 finalisti in gara, il  vincitore del concorso di Bartendering, istituito attraverso la piattaforma digitale “Ti Porta Lontano”.  Si tratta d... Leggi di più
Franco Raggi, architetto designer
BLANC DESIR: UN BRAND CHE REALIZZA SOGNI DI LUSSO
Tra Milano e Lecco, immersa nei desideri che solo un lago come quello manzoniano può destare e avverare, tra i luccichii delle sue acque e il verde alpino delle montagne che la circondano, nasce Blanc Desir: un brand che... Leggi di più
Ginger cocktail lab
Chi frequenta il Ginger cocktail ne va pazzo. Qui gli aperitivi sono accompagnati da un buffet di qualità che accontenta anche vegetariani e vegani con insalate, cereali vari, ma i carnivori possono rifarsi divorando pol... Leggi di più
IDENTITÀ GOLOSE MILANO 2017 LA TREDICESIMA EDIZIONE. CON TEATRO7|LAB
Identità Golose Milano 2017 si appresta a partire con la tredicesima edizione.   Per il secondo anno Eccellenza Ellenica scenderà in campo con i suoi prodotti haut de gamme, i veri protagonisti di una tre giorni tutta ... Leggi di più
In Italia i gemelli Berezutskiy, ambasciatori della nuova cucina russa
Sergey e Ivan dal “Twins” di Mosca pronti alla conquistadel Belpaese con un mix di modernità e tradizione Non poteva iniziare che da Expo la tournée enogastronomica in Italia dei gemelli Sergey e Ivan Berezutskiy, Ambas... Leggi di più
TATAZUMAI, QUATTRO GIORNI PER SCOPRIRE L’ANIMA DEGLI OGGETTI DA MUJI
Tatazumai, quattro giorni per scoprire l’anima invisibile degli oggetti a Milano da Muji In occasione del Fuorisalone di Milano, dopo Parigi e New York, è sbarcata al flagship store MUJI la mostra “Tatazumai”. “Tatazum... Leggi di più
QUANDO LA GRAPPA ACCOMPAGNA UNA CENA AL BOEUCC
La grappa è il distillato nazionale, nato povero e diventato nel tempo sempre più esclusivo, acquisendo morbidezza ed eleganza. Un tempo veniva proposta timidamente a conclusione di una cena importante, oggi invece è ser... Leggi di più
LA VITE E’DONNA: IL MONDO DEL VINO È SEMPRE PIÙ FEMMINILE
Il mondo del vino è sempre più femminile ma ancora troppo poco presenti sono le donne all’interno del mondo della ristorazione e delle sommellerie.  Questo l’argomento centrale di un bel convegno organizzato ... Leggi di più
PEEL PIE BIRRA MÉTHODE CHAMPENOISE DEBUTTA AL MARTINI DOLCE&GABBANA
La trilogia di birre Peel Pie è stata presentata mercoledì 5 luglio al Martini Dolce&Gabbana di Milano. Si tratta di birre prodotte con uno stile che vuole soddisfare il gusto femminile e le procedure enologiche della sp... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new