03mag 2015
Bottura ha inaugurato l’Expo in rappresentanza della più qualificata cucina italiana
Articolo di: Fabiano Guatteri

Venerdì Primo maggio Massimo Bottura ha proposto un menu in sintonia con la tematica dell’Expo, attento alla sostenibilità del cibo. Ha inaugurato così non solo l’Expo, ma anche il format Identità Expo ideato da Identità Golose e San Pellegrino all’interno della manifestazione fieristica. La tre giorni dello chef si concluderà stasera 3 maggio. La location è una struttura ristorativa, e non solo, che opererà per tutta la durata dell’Expo

Prima portata i Tagliolini primavera in astratto (in abbinamento a Palazzo Lana 2006 Franciacorta Riserva Satèn Berlucchi): la pasta fresca è fatta fermentare, e diventa una sorta di miso (soia fermentata) di tagliolini cotti in acqua e formaggio grana; alla base della portata servita in una tazzina, una crema di fave, piselli, asparagi saltati in padella, passati al setaccio, messi sotto vuoto, cotti nel loro succo e frullati. Viene aggiunto quindi dell’albume prima della cottura al vapore. Le stesse verdure tagliate a julienne, marinate in oli essenziali, poi scottate, sono aggiunte alla crema nella tazzina, per dare l’idea dei tagliolini, con aggiunta di fiori di sambuco; al tavolo il miso, utilizzato per produrre un brodo limpido, è versato sugli altri ingredienti. 

Il piatto successivo Tortellini in brodo di Tutto (Gavi di Gavi docg Monterondo 2007 di Villa Sparina)… tortellini magistrali (un cuoco innovativo rispettabile sa realizzare anche i classici in modo ineccepibile) in un brodo preparato con le bucce e gli scarti di verdure utilizzate per altre preparazioni, perché, come dice Massimo Bottura “non si butta via niente”. 

Il piatto forte Beautiful Sonic Disco of Love and Hate at the Gate of Hell Painting with Whicked Pools of Glorious Color and Psychedelic Spin-painted Cotechino, not Flame Grilled (Barolo docg Sarmassa 2011 dei Marchesi di Barolo): cotechino cotto al vapore di acqua e Lambrusco per sgrassarlo senza privarlo della consistenza mostosa conferita dalla cotenna macinata nell’impasto, avvolto in una polvere di verdure tostate e servito con salse alle verdure con le quali lo chef ha macchiato il piatto in stile Spin art. 

Per finire Il Pane è oro (Moscato d'Asti docg 2014 di Castello del Poggio) ultima versione della zuppa di latte contadina preparata utilizzando il pane avanzato, ossia un potenziale scarto con polvere d’oro per nobilitarlo. 

Nel mese di maggio, dopo Massimo Bottura, Identità Expo ospiterà Ugo Alciati (6-10 maggio), Marco Stabile (13-17), Emanuele Scarello (20-24) e lo sloveno Tomaž Kavcic (27-31). Da segnalare anche i pranzi del lunedì e del martedì, quelli di “Contemporary Italian Chefs”, che vedrà come protagonisti i fratelli Christian e Manuel Costardi (4 e 5 maggio), Norbert Niederkofler (11 e 12), Antonia Klugmann (18 e 19) e infine Claudio Sadler (25 e 26). 

La sera del lunedì e martedì, invece, in programma un appuntamento speciale. L’executive chef di Identità Expo, Andrea Ribaldone del ristorante stellato I Due Buoi di Alessandria, in collaborazione con i resident chef Domenico della Salandra di Taglio a Milano e Domenico Schingaro del I Due Buoi di Alessandria, ha ideato un menu appositamente studiato per l'evento.

È possibile prenotare pranzi e cene (il costo è di 75 euro per il menu d’autore di 4 portate vini compresi scelti tra le proposte delle 12 cantine che fanno capo al consorzio Italia de vino - 90 euro solo per il pranzo domenicale a 4 mani vini compresi ) mandando una mail al seguente indirizzo: 

expo@magentabureau.it, oppure telefonando al numero +39.02.62012701.

Identità Expo è un progetto speciale creato da MAGENTAbureau per Expo Milano 2015 inserito nella sezione “L’esperienza d’autore“ come appare sulla mappa ufficiale di Expo. 

Dal 1 Maggio al 31 Ottobre 2015 per 26 settimane, 78 tra i più celebri chef del panorama enogastronomico italiano e internazionale animeranno Identità Expo nei 6 mesi dell’ esposizione universale. E ci saranno anche altri eventi.

1

2

3

4

Indirizzo : Fiera Milano, Strada Statale 33 del Sempione 28 Rho
Telefono : 02.62012701
Articoli Simili
I più letti del mese
Black tie face to face di Riedel
A San Valentino, mentre gli innamorati si guardano... il vino decanta Riedel Crystal, leader mondiale nella produzione di bicchieri e decanter in cristallo e primo nella storia ad aver introdotto il concetto di funziona... Leggi di più
UN MENU A QUATTRO MANI DA TIRAMUSÙ DELISHOES CON NICOLA DELFINO
Tiramisù Delishoes è un Fashion Restaurant Dessert Bar, ossia un’offerta ristorativa e bar cui si unisce la componente fashion di scarpe da donna e accessori: una location concept di food & fashion made in Italy. In occa... Leggi di più
MOTOBAR, COLAZIONI E APERITIVI DI QUALITÀ NEL MOTOQUARTIERE A MILANO
E’ da poco nato un nuovo punto di riferimento nella mappa sempre più ricca e vivace di Milano, la capitale italiana del food e della moda. È quello che è destinato a diventare in poco tempo il locale più cool del M... Leggi di più
A CENA CON LA DUCHESSA: IL GUSTO FA EPOCA 
Nel Salento, banchetto rinascimentale con le eccellenze enogastronomiche pugliesi e un menu storico, firmato dalla Chef Sara Latagliata. Martedì 8 agosto, nel Castello di Castrignano dei Greci (Lecce), si terrà “A... Leggi di più
Copertino Rosso Eloquenzia 2010
Il Copertino Rosso  Eloquenzia 2010 della Severino Garofano, prodotto unicamente con uve negroamaro, vinificato senza passaggi in legno, è un vino intenso, ampio, ma senza brezze speziate più o meno intense con buona cor... Leggi di più
IL COMUNE DI MILANO LANCIA IL PORTALE DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE
Welfare. Dalla tata alle riparazioni in casa, il Comune lancia wemi.milano.it  il portale dell'assistenza domiciliare Serve aiuto per trovare una tata o una badante? Per fare delle piccole riparazioni in casa o effettua... Leggi di più
DA COTÒLICIOUS, IL POLLO IMPANATO COME MAI ASSAGGIATO PRIMA
Scottadito, alette, panini e insalate con crostini di pollo italiano al 100%, proposto in tagli e panature speciali da gustare nei CotòCorner all'angolo tra Via Bocconi e Viale Bach, in Piazza Luigi di Savoia e, in prima... Leggi di più
TORTELLINI CON OLIO EVO TOSCANO IN CIALDA DI PARMIGIANO
Zuppa di shitaki
RITRATTI DI DONNE DEL VINO. CAMILLA GUIGGI: IO PARTO DAL VINO.
La famiglia di origini equamente divise tra Toscana ed Emilia, un padre appassionato di vino che la porta in cantina ad imbottigliare quando aveva tre anni, nonne che cucinano: la stoffa di base è quella di una predestin... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new