02apr 2016
BASILICATA: PICCOLA REALTÀ, GRANDI PROSPETTIVE
Articolo di: Fabiano Guatteri

La Basilicata è conosciuta per i Sassi di Matera, per alcuni prodotti tipici e, nell’ambito vitivinicolo, per l’Aglianico del Vulture, vino rosso di grande statura. Sarà molto presto più conosciuta considerato che Matera sarà la Capitale europea della cultura 2019. Di fatto la Basilicata è una regione che non ha mai cercato visibilità, anche se  ha molte frecce al suo arco. A cominciare dal suo passato vitivinicolo che la vede già produttiva quando arrivarono i coloni greci con le loro barbatelle. Ci sono anche precisazioni da fare,  per esempio circa  l’origine del nome lucanica, ossia la  salsiccia chiamata anche luganega che è, come si evince dal nome,  lucana.  I greci quando sbarcarono trovarono proprio questo salume, cibo a loro sconosciuto,  ottenuto insaccando nel budello la carne di maiale tagliata a coltello, per cui, volendo, anziché chiamarla salsiccia potremmo denominarla più dottamente lucanica.  Il paesaggio della regione presenta molte analogie non solo con la Grecia e il Medio Oriente, ma alcuni castelli arroccati richiamano alla memoria  ambientazioni nordiche come quella scozzese.  La Basilicata enologica è ben rappresentata dall’Aglianico del Vulture, vino figlio di vulcano.  Il Vulture si è formato più recentemente di altri e ha la particolarità di essersi formato nel profondo entroterra e non vicino alla costa.  La presenza di una falda acquifera ha portato a sviluppare  microclimi molto particolari dove la fascia fredda si trova in basso  così che varietà arboricole  come il faggio, solite a dimorare a  elevate altitudini, qui  radicano in una fascia  più bassa mentre altre varietà che in genere prosperano ad altitudini inferiori, sul Vulture si trovano nella parte più alta. Ed è il Vulcano dormiente, che lascia gorgogliare acque minerali  effervescenti, a essere la madre della viticoltura dell’Aglianico. Sono concentrati qui i pochi produttori del vino più celebrato della regione.  Oggi a tutelarlo insieme con le altre Doc e con i prodotti tipici è l’Enoteca Regionale Lucana, ben rappresentata dal Presidente  Paolo Montrone; un passo importante è spiegare al resto dell’Italia, e anche all’estero cosa sia la regione Basilicata, quali le doti, le capacità. Un passo importante è stato quello di portare a Milano vini, prodotti  tipici, produttori e istituzioni scegliendo come proscenio una location tra le più prestigiose, ma anche simboliche, ossia Duomo 21, affacciata sulla piazza, cuore della città.  Qui non solo si è parlato di Aglianico, che  risulta fortemente imparentato con il pinot nero,  ma anche delle altre realtà viticole  lucane, sia autoctone, sia da vitigni importati come il delizioso Manfredi Bianco. Nell’incontro hanno preso la parola alcuni produttori e i  Consorzi di tutte le Doc, talvolta micro realtà vitivinicole.  In questo contesto si è aperto un  banco d’assaggio conviviale, informale, dove erano i commensali  a scegliere le etichette e a servirsene in accompagnamento sia ai prodotti tipici lucani, sia ai piatti strutturati che hanno composto il menu. 

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
Black tie face to face di Riedel
A San Valentino, mentre gli innamorati si guardano... il vino decanta Riedel Crystal, leader mondiale nella produzione di bicchieri e decanter in cristallo e primo nella storia ad aver introdotto il concetto di funziona... Leggi di più
UN MENU A QUATTRO MANI DA TIRAMUSÙ DELISHOES CON NICOLA DELFINO
Tiramisù Delishoes è un Fashion Restaurant Dessert Bar, ossia un’offerta ristorativa e bar cui si unisce la componente fashion di scarpe da donna e accessori: una location concept di food & fashion made in Italy. In occa... Leggi di più
MOTOBAR, COLAZIONI E APERITIVI DI QUALITÀ NEL MOTOQUARTIERE A MILANO
E’ da poco nato un nuovo punto di riferimento nella mappa sempre più ricca e vivace di Milano, la capitale italiana del food e della moda. È quello che è destinato a diventare in poco tempo il locale più cool del M... Leggi di più
A CENA CON LA DUCHESSA: IL GUSTO FA EPOCA 
Nel Salento, banchetto rinascimentale con le eccellenze enogastronomiche pugliesi e un menu storico, firmato dalla Chef Sara Latagliata. Martedì 8 agosto, nel Castello di Castrignano dei Greci (Lecce), si terrà “A... Leggi di più
Copertino Rosso Eloquenzia 2010
Il Copertino Rosso  Eloquenzia 2010 della Severino Garofano, prodotto unicamente con uve negroamaro, vinificato senza passaggi in legno, è un vino intenso, ampio, ma senza brezze speziate più o meno intense con buona cor... Leggi di più
IL COMUNE DI MILANO LANCIA IL PORTALE DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE
Welfare. Dalla tata alle riparazioni in casa, il Comune lancia wemi.milano.it  il portale dell'assistenza domiciliare Serve aiuto per trovare una tata o una badante? Per fare delle piccole riparazioni in casa o effettua... Leggi di più
DA COTÒLICIOUS, IL POLLO IMPANATO COME MAI ASSAGGIATO PRIMA
Scottadito, alette, panini e insalate con crostini di pollo italiano al 100%, proposto in tagli e panature speciali da gustare nei CotòCorner all'angolo tra Via Bocconi e Viale Bach, in Piazza Luigi di Savoia e, in prima... Leggi di più
TORTELLINI CON OLIO EVO TOSCANO IN CIALDA DI PARMIGIANO
Zuppa di shitaki
RITRATTI DI DONNE DEL VINO. CAMILLA GUIGGI: IO PARTO DAL VINO.
La famiglia di origini equamente divise tra Toscana ed Emilia, un padre appassionato di vino che la porta in cantina ad imbottigliare quando aveva tre anni, nonne che cucinano: la stoffa di base è quella di una predestin... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new