28dic 2016
ANDREA CUOMO, CESSATE IL CUOCO UNA RICETTA PER SOPRAVVIVERE ALLA…
Articolo di: Fabiano Guatteri

Cessate il cuoco, una ricetta per sopravvivere alla bolla dell’alta gastronomia (che presto scoppierà), è un libricino di cinquanta pagine che si rivolge al mondo della gastronomia dove ci sono protagonisti, interpreti e spettatori ciascuno con un proprio ruolo. L’autore, il giornalista Andrea Cuomo, lo sferza, evidenziandone i limiti, definendolo come  “ … la bolla del cibo, tanto fumo e poco arrosto”.  Cuomo usa come arma della critica l’ironia, per cui non la scure, ma piuttosto il fioretto che colpisce di punta, non di taglio, arrivando a toccare il punto nevralgico con precisione chirurgica. Un libro così diretto, senza mediazioni, senza piaggerie non poteva passare inosservato; le considerazioni dell’autore, anche autoironiche, mai acide, sono irreprensibili. Quello che fa Cuomo non è puntare i riflettori sul profilo nobile dei personaggi che, con diversi ruoli, popolano il mondo della gastronomia, ma sul profilo più complessivo da cui emergono provincialismo, volgarità diventata stile comportamentale, cialtroneria, furberie, invidie e asti, vittimismo nelle sconfitte, arroganza nelle vittorie. L’autore nota anche la grande distanza tra gli chef più noti ed esclusivi e il pubblico televisivo che li segue. Gli appassionati di sport, di musica, di spettacoli cinematografici possono arrivare ai personaggi o alle opere che ammirano con relativa facilità, acquistando un biglietto o guardando la televisione. Ma gli chef, invece, sono famosi sulla fiducia, perché i loro piatti non li prova nessuno: i loro ristoranti sono infatti inaccessibili agli appassionati non facoltosi, ossia ai più. Protagonisti di questo libro sono pure i critici gastronomi, le cui valutazioni sono spesso addolcite dall’oste che riconosciutili pratica sconti quando non offre l’intero pasto così da far risparmiare al gastronomo non solo quattrini, ma anche critiche. Del resto Cuomo nota come nel mondo della gastronomia non esistano stroncature: coltellate alle spalle sì, ma alla luce del sole tanti elogi e abbracci. Non esistono stroncature perché chi non vale, ed è questa la spiegazione invalsa, non merita spazi… ma se qualcuno muove critiche a un mostro sacro finisce impallinato, espulso dall’organismo come un corpo estraneo. Ci sono anche i blogger, a popolare il libro, pure quelli talvolta pagati per utilizzare determinati prodotti nelle loro ricette così da trasformare la cronaca in pubblicità, senza chiamarla tale. Non risparmia le guide e i loro ispettori, anche se alla fine i loro punteggi sono “l’unica bussola decentemente funzionante per distinguere il buonissimo dal buono e il buono dal resto”.

E il mondo del vino non manca di miserie. Il Grande Circo Gourmet, come lo definisce Cuomo, è “la mandria transumante dell’enogastronomia” che è composta da chef, giornalisti, produttori, uffici stampa, e qui l’autore si dilunga tratteggiando alcune tipologie come il professionista del buffet, l’imbucato, il dispensatore di biglietti da visita e via elencando. Cuomo con Cessate il cuoco ha saputo scrivere un libretto che segnala fatti, senza troppe interpretazioni. E per essere più chiaro, quando serve, non risparmia nomi e cognomi.

1

Articoli Simili
I più letti del mese
UN MENU A QUATTRO MANI DA TIRAMUSÙ DELISHOES CON NICOLA DELFINO
Tiramisù Delishoes è un Fashion Restaurant Dessert Bar, ossia un’offerta ristorativa e bar cui si unisce la componente fashion di scarpe da donna e accessori: una location concept di food & fashion made in Italy. In occa... Leggi di più
MOTOBAR, COLAZIONI E APERITIVI DI QUALITÀ NEL MOTOQUARTIERE A MILANO
E’ da poco nato un nuovo punto di riferimento nella mappa sempre più ricca e vivace di Milano, la capitale italiana del food e della moda. È quello che è destinato a diventare in poco tempo il locale più cool del M... Leggi di più
A CENA CON LA DUCHESSA: IL GUSTO FA EPOCA 
Nel Salento, banchetto rinascimentale con le eccellenze enogastronomiche pugliesi e un menu storico, firmato dalla Chef Sara Latagliata. Martedì 8 agosto, nel Castello di Castrignano dei Greci (Lecce), si terrà “A... Leggi di più
Copertino Rosso Eloquenzia 2010
Il Copertino Rosso  Eloquenzia 2010 della Severino Garofano, prodotto unicamente con uve negroamaro, vinificato senza passaggi in legno, è un vino intenso, ampio, ma senza brezze speziate più o meno intense con buona cor... Leggi di più
IL COMUNE DI MILANO LANCIA IL PORTALE DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE
Welfare. Dalla tata alle riparazioni in casa, il Comune lancia wemi.milano.it  il portale dell'assistenza domiciliare Serve aiuto per trovare una tata o una badante? Per fare delle piccole riparazioni in casa o effettua... Leggi di più
DA COTÒLICIOUS, IL POLLO IMPANATO COME MAI ASSAGGIATO PRIMA
Scottadito, alette, panini e insalate con crostini di pollo italiano al 100%, proposto in tagli e panature speciali da gustare nei CotòCorner all'angolo tra Via Bocconi e Viale Bach, in Piazza Luigi di Savoia e, in prima... Leggi di più
TORTELLINI CON OLIO EVO TOSCANO IN CIALDA DI PARMIGIANO
Zuppa di shitaki
RITRATTI DI DONNE DEL VINO. CAMILLA GUIGGI: IO PARTO DAL VINO.
La famiglia di origini equamente divise tra Toscana ed Emilia, un padre appassionato di vino che la porta in cantina ad imbottigliare quando aveva tre anni, nonne che cucinano: la stoffa di base è quella di una predestin... Leggi di più
Purosangue
PUROSANGUE: TERENZI PRESENTA A VINITALY E PROWEIN L’ANIMA MODERNA DEL SANGIOVESE Durante le due fiere la cantina di Scansano farà scoprire in anteprima l’annata 2012 del suo Morellino di Scansano Riserva VINITALY - Pad... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new