30lug 2017
37° ORIENTE E OCCIDENTE: L’INCLUSIONE SI FA DANZA, ARTE E MOVIMENTO
Articolo di: CityLightsNews

Lo storico Festival internazionale di danza di Rovereto esplora i territori dell’inclusione, portando sul palco artisti abili e diversamente abili attraverso performance, workshop, proposte formative e laboratori. In particolare, due proposte: la prima a cura della compagnia inglese Candoco che propone due coreografie, Set e Reset / Reset di Abigail Yager che ha reinterpretato la coregrafia Set and Reset di Trisha Brown, e Face In, coproduzione del festival e prima mondiale a firma di Yasmeen Godder; la seconda è Bad Lambs di Michela Lucenti, Balletto Civile – coprodotto anch’esso dal Festival – e un laboratorio internazionale di danza inclusiva. La 37° edizione della manifestazione, dal 30 agosto al 10 settembre, sarà la vetrina di un programma che prosegue da più di un anno, all’interno del progetto europeo Moving Beyond Inclusion, di cui Oriente Occidente è il partner italiano. La ri-costruzione – e non la replica – di un percorso, l’esplorazione di nuove possibilità attraverso la danza, il racconto gestuale e coreografico del superamento di una perdita e della sublimazione del dolore in arte: sono i temi affrontati da Set e Reset, di Trisha Brown (nell’anno della sua scomparsa), portato sul palco dalla compagnia Candoco, e reiterpretato da Abigail Yager con la collaborazione della Trisha Brown Dance Company, da Face In, opera inedita della coreografa israeliana Yasmeen Godder, presentata in prima mondiale a Oriente Occidente, e da Bad Lambs, di Michela Lucenti, una delle coreografe più innovative della nuova, giovane danza italiana, per Balletto Civile. Opere accomunate dall’inclusione di artisti con disabilità e non: uno dei temi forti e dirimenti di Oriente Occidente (30 agosto-10 settembre), festival della danza tra i più importanti a livello internazionale, giunto alla 37° edizione. Oriente Occidente rappresenta l’Italia all’interno del progetto europeo Moving Beyond Inclusion, in partnership con Regno Unito, Germania, Croazia, Svezia e Svizzera: è in questo contesto che il Festival ha realizzato un programma di percorsi innovativi per la formazione professionale e per la visione di spettacoli di danza realizzati insieme da artisti abili e diversamente abili. L’edizione 2016 – caratterizzata da 3 giorni di simposio sul tema, il workshop #unlimited e la performance Trio della compagnia svedese SPINN – è stata fondamentale per gettare le basi di una condivisione profonda di buone pratiche, sfociata in una collaborazione tra diversi soggetti: oggi la rete italiana #unlimited, su cui si era iniziato a lavorare già dall’ottobre 2015, coinvolge oltre 26 tra artisti, compagnie e associazioni. Un’azione che è proseguita e si è consolidata nel 2017, toccando tanti aspetti differenti: dalla creazione di un portale on-line sulla danza inclusiva che mette in relazione le varie realtà italiane, alla produzione del nuovo spettacolo della compagnia Balletto Civile/Bad Lambs, che ha coinvolto gli artisti con disabilità Aristide Rontini, Giuseppe Comuniello, Giacomo Curti, fino alla realizzazione di un programma unitario di proposte formative coordinate e promosse da Oriente Occidente in 9 città italiane, Padova, Bologna, Rovereto, Trento, Treviso, Imola, Roma, Milano, Verona. I giorni del Festival saranno quindi un’ideale vetrina pubblica per un progetto attivo durante tutto l’anno, ma anche l’occasione per coinvolgere sempre nuovi soggetti nella costruzione di un percorso comune. Dall’11 al 15 settembre il Festival promuove un laboratorio internazionale di danza inclusiva con 30 artisti europei e 3 coreografi internazionali. Un nuovo “seme” che produrrà i suoi frutti negli anni a venire. Quanto al pubblico, potrà conoscere ed esplorare le potenzialità di un approccio inclusivo attraverso gli spettacoli in programma. Candoco Dance Company, compagnia pioniera e leader nel mondo dell’integrazione a livello professionale, si confronta ancora una volta con un grande repertorio, portando in scena il capolavoro di Trisha Brown – scomparsa quest’anno - affiancandolo alla prima mondiale di un lavoro firmato per la compagnia dall’israeliana Yasmeen Godder, Face In, un’ode alla vita e al suo potere trasformativo. Quanto agli “agnelli cattivi” di Michela Lucenti, i Bad Lambs, protagonisti dello spettacolo coprodotto dal festival per Balletto Civile, reduci da un immenso lavoro laboratoriale, racconteranno storie di resilienza e riappropriazione di un posto nel mondo, perdita e rinascita, dando voce a una sensibilità che va oltre le etichette. 

1

2

Photo Credits

Photo 1 : Hugo Glendinning
Photo 2 : Pedro Machado
Articoli Simili
I più letti del mese
CI VEDIAMO ALLO SLOAN SQUARE PER UNO SPRITZ, ANZI NO, PER UNO SDRITZ

Obei sDritz Day! Prende il via lo sDritz il nuovo Beer Cocktail dello Sloan Square, la versione birraia dello spritz, fatto con la birra Deus anziché con il classico spumante. Il nuovo aperitivo, che verrà presentato a ... Leggi di più
APPUNTAMENTI GOLOSI GUSTOROTONDO: IERI DEGUSTAZIONE CIOCCOLATO GIRAUDI
Continuano gli appuntamenti di Gustorotondo del giovedì di cui abbiamo detto qui: ieri cioccolato gourmand Giraudi in tutte le sue forme Ieri  giovedì 20 ottobre a Milano da Gustorotondo Giraudi ha presentato la sua gam... Leggi di più
BURRO FIORE BAVARESE di MEGGLE
Il burro originale tedesco dal cuore della Baviera. Il Burro Meggle Fiore Bavarese è il burro di alta qualità Meggle per eccellenza. Estremamente morbido e gustoso, grazie alla speciale lavorazione di prima panna conser... Leggi di più
DÉJEUNER ET DÎNER À MUSIQUE A L'ARABESQUE CAFÉ
L'arabesque café, il ristorante e caffè letterario sotto i portici di Largo Augusto a Milano di cui abbiamo già parlato qui, per i primi mesi del 2016 ha confermato un nuovo programma di serate e brunch domenicali con "E... Leggi di più
IL SAKE AL VINITALY 2017 | UN’INTERA SEZIONE DI DODICI STAND
Il sake è entrato nel regno del vino: per la prima volta il Sake sarà presente alla più importante manifestazione vinicola del nostro paese: il Vinitaly. L'esposizione veronese aprirà i battenti dal 9 al 12 aprile, e gr... Leggi di più
LA FESTA DELLE DONNE DEL VINO: LE CANTINE ADERENTI E IL PROGRAMMA
Le Donne del Vino fanno festa: dal Piemonte alla Sicilia decine e decine di cantine condotte dalle associate aprono le porte per accogliere le winelovers e gli amanti del buon bere.   È una autocelebrazione festosa e g... Leggi di più
GUIDA AI RISTORANTI DI IDENTITÀ GOLOSE 2017 INTERAMENTE ONLINE
786 insegne da 36 Paesi, 13 giovani stelle e il contributo di oltre 90 autori da tutto il mondo È online dal 14 novembre 2016, all'indirizzo www.guidaidentitagolose.it, la seconda edizione interamente online (la decima... Leggi di più
COSMOFOOD: LA CUCINA D'AUTORE È DI CASA A VICENZA
Dal 12 al 15 novembre 2016 la quarta edizione di Cosmofood. Show cooking e corsi di cucina con Knam, Maci, Baldessari e Cogo. 4000 prodotti da vedere e gustare. Spazio alla cucina d'autore alla quarta edizione di Cosmofo... Leggi di più
LADY MIMOSA
Sulle note di Something Stupid nasce la mia "Lady Mimosa"E’ nel corpo di una dolce Dama Marina, lasciata marinare al succo di aranciato agrume, composta di lucenti gemme che nasce il fiore della femminilità.Poggiato sul ... Leggi di più
“SORVEGLIANZA AEREA TERRITORIALE” UN’ORGANIZZAZIONE DA CONOSCERE
La Sorveglianza Aerea Territoriale (SAT abbreviata)  è un'Organizzazione di Volontariato della Protezione Civile che effettua ricognizione del territorio e logistica specifica per attività aeronautica.
Nata nel 2011 con ... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new