30lug 2017
37° ORIENTE E OCCIDENTE: L’INCLUSIONE SI FA DANZA, ARTE E MOVIMENTO
Articolo di: CityLightsNews

Lo storico Festival internazionale di danza di Rovereto esplora i territori dell’inclusione, portando sul palco artisti abili e diversamente abili attraverso performance, workshop, proposte formative e laboratori. In particolare, due proposte: la prima a cura della compagnia inglese Candoco che propone due coreografie, Set e Reset / Reset di Abigail Yager che ha reinterpretato la coregrafia Set and Reset di Trisha Brown, e Face In, coproduzione del festival e prima mondiale a firma di Yasmeen Godder; la seconda è Bad Lambs di Michela Lucenti, Balletto Civile – coprodotto anch’esso dal Festival – e un laboratorio internazionale di danza inclusiva. La 37° edizione della manifestazione, dal 30 agosto al 10 settembre, sarà la vetrina di un programma che prosegue da più di un anno, all’interno del progetto europeo Moving Beyond Inclusion, di cui Oriente Occidente è il partner italiano. La ri-costruzione – e non la replica – di un percorso, l’esplorazione di nuove possibilità attraverso la danza, il racconto gestuale e coreografico del superamento di una perdita e della sublimazione del dolore in arte: sono i temi affrontati da Set e Reset, di Trisha Brown (nell’anno della sua scomparsa), portato sul palco dalla compagnia Candoco, e reiterpretato da Abigail Yager con la collaborazione della Trisha Brown Dance Company, da Face In, opera inedita della coreografa israeliana Yasmeen Godder, presentata in prima mondiale a Oriente Occidente, e da Bad Lambs, di Michela Lucenti, una delle coreografe più innovative della nuova, giovane danza italiana, per Balletto Civile. Opere accomunate dall’inclusione di artisti con disabilità e non: uno dei temi forti e dirimenti di Oriente Occidente (30 agosto-10 settembre), festival della danza tra i più importanti a livello internazionale, giunto alla 37° edizione. Oriente Occidente rappresenta l’Italia all’interno del progetto europeo Moving Beyond Inclusion, in partnership con Regno Unito, Germania, Croazia, Svezia e Svizzera: è in questo contesto che il Festival ha realizzato un programma di percorsi innovativi per la formazione professionale e per la visione di spettacoli di danza realizzati insieme da artisti abili e diversamente abili. L’edizione 2016 – caratterizzata da 3 giorni di simposio sul tema, il workshop #unlimited e la performance Trio della compagnia svedese SPINN – è stata fondamentale per gettare le basi di una condivisione profonda di buone pratiche, sfociata in una collaborazione tra diversi soggetti: oggi la rete italiana #unlimited, su cui si era iniziato a lavorare già dall’ottobre 2015, coinvolge oltre 26 tra artisti, compagnie e associazioni. Un’azione che è proseguita e si è consolidata nel 2017, toccando tanti aspetti differenti: dalla creazione di un portale on-line sulla danza inclusiva che mette in relazione le varie realtà italiane, alla produzione del nuovo spettacolo della compagnia Balletto Civile/Bad Lambs, che ha coinvolto gli artisti con disabilità Aristide Rontini, Giuseppe Comuniello, Giacomo Curti, fino alla realizzazione di un programma unitario di proposte formative coordinate e promosse da Oriente Occidente in 9 città italiane, Padova, Bologna, Rovereto, Trento, Treviso, Imola, Roma, Milano, Verona. I giorni del Festival saranno quindi un’ideale vetrina pubblica per un progetto attivo durante tutto l’anno, ma anche l’occasione per coinvolgere sempre nuovi soggetti nella costruzione di un percorso comune. Dall’11 al 15 settembre il Festival promuove un laboratorio internazionale di danza inclusiva con 30 artisti europei e 3 coreografi internazionali. Un nuovo “seme” che produrrà i suoi frutti negli anni a venire. Quanto al pubblico, potrà conoscere ed esplorare le potenzialità di un approccio inclusivo attraverso gli spettacoli in programma. Candoco Dance Company, compagnia pioniera e leader nel mondo dell’integrazione a livello professionale, si confronta ancora una volta con un grande repertorio, portando in scena il capolavoro di Trisha Brown – scomparsa quest’anno - affiancandolo alla prima mondiale di un lavoro firmato per la compagnia dall’israeliana Yasmeen Godder, Face In, un’ode alla vita e al suo potere trasformativo. Quanto agli “agnelli cattivi” di Michela Lucenti, i Bad Lambs, protagonisti dello spettacolo coprodotto dal festival per Balletto Civile, reduci da un immenso lavoro laboratoriale, racconteranno storie di resilienza e riappropriazione di un posto nel mondo, perdita e rinascita, dando voce a una sensibilità che va oltre le etichette. 

1

2

Photo Credits

Photo 1 : Hugo Glendinning
Photo 2 : Pedro Machado
Articoli Simili
I più letti del mese
SALON DU CHOCOLAT, L’UNICO EVENTO CHE ESALTA LE ECCELLENZE DEL CIOCCOLATO
Il cioccolato mette quasi tutti d’accordo su quanto sia il prodotto più goloso per eccellenza. Non a caso è stato definito “cibo degli dei” cui è difficile resistere: capace di consolare gli animi, sedurre i corpi, regal... Leggi di più
Balocco: le nuove Uova di Pasqua
Le uova di Pasqua Balocco, prodotte con cioccolato al latte, si ispirano ai protagonisti dei cartoni animati. Le Novità 2015 Uovo "Shaun, vita da pecora" è un uovo da 150 ispirato cartone, al cinema da febbraio e in on... Leggi di più
al d. gelateria all'azoto
La prima gelateria in Italia all’ azoto Mercoledì 1 aprile  alla gelateria “ al d.” di Bergamo, Marios Gerakis, suo ideatore e patron , ha tenuto uno showcooking riservato alla stampa; per l’occa... Leggi di più
Stuffer lancia sul mercato i nuovi yogurt mix
Il mercato degli yogurt bicompartimentali ha registrato nell’ultimo anno un aumento dei volumi pari al 4%. Il consumatore italiano infatti, restando pur sempre attento alla qualità del prodotto che sceglie di portare in ... Leggi di più
Rizzoli Emanuelli debutta a TuttoFood 2015
La nuova linea di Rizzoline del Mar Adriatico Dal 3 al 6 maggio 2015, tradizione e innovazione dei prodotti Rizzoli Emanuelli saranno in vetrina al Salone dell’Agroalimentare di Milano, punto di riferimento per le... Leggi di più
HOKUSAI: LUOGHI E VOLTI DEL GIAPPONE | UNA GRANDE MOSTRA A MILANO
In occasione del 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, a Palazzo Reale è stata realizzata la grande mostra, ora in corso, dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro, che propone un viaggio nel mondo artis... Leggi di più
PERSICO PROFESSORE DI DOLCI DOMANI
È un ricordo questo piatto che si anima in un pensiero e prende forma sulle note di "Impressioni di Settembre": nasce così il mio Persico Professore di Dolci Domani In un bosco, la figura di un Distinto Professore, alto... Leggi di più
BETTO DOLCERIA FRIGGITORIA | GASTRONOMIA SICILIANA A MILANO
Corso di Porta Ticinese, marciapiedi stretti, tram che sferragliano, case di ringhiera ristrutturate, tante attività affacciate sulla strada, sentirsi a Milano… al numero 58, poco distante dalle Colonne di San Lorenzo in... Leggi di più
BELVEDERE URBAN GARDEN: DINING EXPERIENCE DURANTE MILANO DESIGN WEEK
Ultime ore per poter godere degli imperdibili cocktail al Belvedere Urban Garden. Ambiente delizioso, dove gustare cocktail d’autore che vedono  protagonista la celebrata vodka. Tra le  tante proposte, il Belvedere Spti... Leggi di più
TRE REGIONI, TRE AZIENDE, UNA SOLA FILOSOFIA
Conte Aldobrando in Toscana, Conti degli Azzoni nelle Marche e Conti Riccati in Veneto, tre aziende che producono varietà di vini molto diverse, ma sono unite grazie all’appartenenza a una unica famiglia. Alcune re... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new