Su un Frecciarossa che attraversa ad alta velocità mezza Italia, si incontrano quattro donne affermate, operative nel mondo del buyer della grande distribuzione, e una coppia di creativi, lei art director, lui copywriter (l’autore del libro) dell’Orange ADV agenzia di comunicazione che ha pubblicato il testo.

Nasce una storia fatta di dialoghi diretti, senza narratore, come in una pièce teatrale; in una sorta di viaggio nella macchina del tempo in poche ore i protagonisti percorrono gli ultimi quattro decenni. Penna leggera per affrontare un argomento complesso, ossia l’emancipazione femminile attraverso l’esperienza delle protagoniste, tutte attempate, meno una giornalista con esperienze di uffici stampa e di grande distribuzione. Storie di donne che hanno saputo affermarsi in un ambito lavorativo maschilista a loro ostile, che riflettono la condizione femminile in generale. Lo spunto iniziale è suggerito da una domanda: perché le 4 buyer si chiamano per cognome anziché per nome? Perché il cognome ha rappresentato una conquista… negli anni settanta le donne avevano appiccicato quello del marito, mentre il proprio l’hanno potuto rivendicare solo negli anni novanta. Il tema è di grande attualità considerato che l’emancipazione femminile ha ancora tanta strada da percorrere in una società come la nostra dove le differenze di genere esistono, le donne subiscono violenze nel “focolare domestico” e i femminicidi purtroppo non si contano. E così, come raccontano i personaggi femminili, negli anni settanta quando una donna faceva carriera si trovava in un ambiente pesantemente maschilista dove la battuta “peccato che sia donna” era ricorrente e poteva, come successe a una protagonista, anche essere messa a tacere con un “tasi mona”. E se ora la donna gode di maggiore riconoscimento, non manca chi è sempre pronto a trasformare un incontro di lavoro in un’avance. Passo dopo passo le protagoniste sono riuscite a ottenere un riconoscimento del valore del proprio lavoro, anche se a parità di valore, è sempre l’uomo ad avere la precedenza. L’autore, nonché personaggio maschile del libro, ascoltando queste storie a un certo punto, pensando alla figlia undicenne, si augura che da grande possa incontrare “dei gentlemen e non dei maschi”. Una lettura, dunque... fresca e talvolta ironica, mai superficiale, lunga 46 pagine. Allegato al libro un piccolo glossario, anch’esso presentato in chiave ironica, con i lemmi ricorrenti nel mondo della comunicazione.

Per ricevere una copia di Bye Bye Buyer, quando le donne non avevano cognome, occorre contattare

ORANGE ADV, Via Privata Cagliari 10, 20127 Milano, Telefono: 02 26 000 236

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.orangeadv.it.

I più letti del mese
THE WINTER SEA
E’ sulle note di “Una Giornata al mare” di Paolo Conte che nasce: THE WINTER SEA Dal balcone di una casa con un geranio di verza che il freddo inverno a tinto di bianco, guardo il mare. E’ verde, cremoso, le sue onde... Leggi di più
GLI ULTIMI APPUNTAMENTI PER GOLOSI DI MILANO FOOD WEEK
MilanoFoodWeek: lunedì 8 e martedì 9, il meglio nei due giorni conclusivi  Lunedì 8 h. 11.00- mezzanotte presso: Spazio Base di via Bergognone 34 Street Food Parade h. 12.00-22.00 In via Tortona 28 Tortona Bites D... Leggi di più
BRUNCH ALL’INTERIOR DESIGN CAFE’
Interior Design Cafè, un locale di tendenza che unisce un negozio di arredamento firmato Valter Pisati e una pasticceria storica come Clivati, lo abbiamo presentato qui descrivendone gli aperitivi e accennando ai light d... Leggi di più
I PISELLI: LE VARIETÀ
Originari dell’area mediterranea e orientale, i piselli si diffusero rapidamente in Europa coltivati in antichità dai Greci e dai Romani. Nel Cinquecento Caterina de’ Medici introdusse in Francia i piselli no... Leggi di più
90″ RAPIDA UN ASSAGGIO DEGLI SPAGHETTI RUSTICHELLA PIÙ VELOCI AL MONDO
Rustichella d’Abruzzo ha arricchito la sua offerta di pregiate linee di pasta creando degli spaghetti che richiedono solo novanta secondi di cottura senza sacrificare nulla al sapore o alla qualità della materie prime ut... Leggi di più
FIAMMETTA FADDA, GIORNALISTA ENOGASTRONOMA
I PERCHÉ DI YUZU, RISTORANTE GIAPPONESE CON UNA NOTA NIKKEI
  Aggiornamento febbraio 2017 Il ristorante si conferma di grande affidabilità. Siamo tornati per provare altri piatti, in particolare il somen e l'ebi fry. Il somen (foto 3), zuppa fredda di spaghettini sottili è piac... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. FERMENTO E NOVITÀ NELL’EDIZIONE 2017
Qualche ricordo da Vinitaly 2017, per dove siamo riusciti ad arrivare. Tra i tanti vini meritevoli segnaliamo, in ordine alfabetico.   Basilisco tre nuovi cru Storico, Fontanelle, Cruà L’azienda del Vulture ha present... Leggi di più
APRE IL SAVINI TRUFFLE RESTAURANT COCKTAIL BAR AL NH PALAZZO MOSCOVA
A Porta Nuova, nel palazzo neoclassico già sede della prima stazione ferrovia (1840), oggi boutique hotel NH Milano Palazzo Moscova, è stato inaugurato il Savini Tartufi Truffle Restaurant e Cocktail Bar. E proprio qui, ... Leggi di più
TAGLIATELLE ALLA BARBABIETOLA CON SPECK E FUNGHI

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new