Su un Frecciarossa che attraversa ad alta velocità mezza Italia, si incontrano quattro donne affermate, operative nel mondo del buyer della grande distribuzione, e una coppia di creativi, lei art director, lui copywriter (l’autore del libro) dell’Orange ADV agenzia di comunicazione che ha pubblicato il testo.

Nasce una storia fatta di dialoghi diretti, senza narratore, come in una pièce teatrale; in una sorta di viaggio nella macchina del tempo in poche ore i protagonisti percorrono gli ultimi quattro decenni. Penna leggera per affrontare un argomento complesso, ossia l’emancipazione femminile attraverso l’esperienza delle protagoniste, tutte attempate, meno una giornalista con esperienze di uffici stampa e di grande distribuzione. Storie di donne che hanno saputo affermarsi in un ambito lavorativo maschilista a loro ostile, che riflettono la condizione femminile in generale. Lo spunto iniziale è suggerito da una domanda: perché le 4 buyer si chiamano per cognome anziché per nome? Perché il cognome ha rappresentato una conquista… negli anni settanta le donne avevano appiccicato quello del marito, mentre il proprio l’hanno potuto rivendicare solo negli anni novanta. Il tema è di grande attualità considerato che l’emancipazione femminile ha ancora tanta strada da percorrere in una società come la nostra dove le differenze di genere esistono, le donne subiscono violenze nel “focolare domestico” e i femminicidi purtroppo non si contano. E così, come raccontano i personaggi femminili, negli anni settanta quando una donna faceva carriera si trovava in un ambiente pesantemente maschilista dove la battuta “peccato che sia donna” era ricorrente e poteva, come successe a una protagonista, anche essere messa a tacere con un “tasi mona”. E se ora la donna gode di maggiore riconoscimento, non manca chi è sempre pronto a trasformare un incontro di lavoro in un’avance. Passo dopo passo le protagoniste sono riuscite a ottenere un riconoscimento del valore del proprio lavoro, anche se a parità di valore, è sempre l’uomo ad avere la precedenza. L’autore, nonché personaggio maschile del libro, ascoltando queste storie a un certo punto, pensando alla figlia undicenne, si augura che da grande possa incontrare “dei gentlemen e non dei maschi”. Una lettura, dunque... fresca e talvolta ironica, mai superficiale, lunga 46 pagine. Allegato al libro un piccolo glossario, anch’esso presentato in chiave ironica, con i lemmi ricorrenti nel mondo della comunicazione.

Per ricevere una copia di Bye Bye Buyer, quando le donne non avevano cognome, occorre contattare

ORANGE ADV, Via Privata Cagliari 10, 20127 Milano, Telefono: 02 26 000 236

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.orangeadv.it.

I più letti del mese
CIABATTA: UN BUON PANE DAL NOME INFELICE
La precorritrice della ciabatta è nata nel Comasco attorno alla seconda metà degli anni Settanta, ma è stata perfezionata nel Rovigotto che ne è diventato la zona di produzione più significativa; è stata qui brevettata e... Leggi di più
IL CLIENTE HA SEMPRE RAGIONE? ANCHE QUANDO PRENOTA E NON SI PRESENTA?
Un ristoratore che non accetta prenotazioni perché al completo (per cui rinuncia a potenziali clienti) si fida della correttezza di chi ha precedentemente prenotato. Se poi questi non si presenta, un tavolo più o meno nu... Leggi di più
L’ARCHITETTURA DEL VINO IN OTTO TAPPE | CANTINE COME OPERE D’ARTE
L’architettura del vino in otto tappe. Alcune cantine realizzate nell’attuale millennio hanno modificato il rapporto dell’architettura degli edifici con l’economia del paesaggio. Costruzioni essen... Leggi di più
MILANO WHITE SPIRITS FESTIVAL & COCKTAILS SHOW: LA SECONDA EDIZIONE! 
Milano White Spirits Festival & Cocktails Show: al via la seconda edizione!  Sulla scia del successo dell'ultima edizione del Milano Whisky Festival & Fine Rum, Andrea Giannone e Giuseppe Gervasio Dolci – gli storici or... Leggi di più
Marmellate e confetture Maglio, genuinità e tradizione
Maglio oltre a produrre cioccolato, confeziona  marmellate e confetture  d’eccellenza utilizzando  frutta rigorosamente di stagione e del territorio, seguendo ricette e metodi tradizionali.  La frutta che utilizza... Leggi di più
LIVE MUSIC DINNER CON JOHN BIANCALE @ PELLEDOCA MILANO
A grande richiesta, dopo la strepitosa performance al 17° Compleanno del locale di qualche sera fa, il 12 aprile 2018 dalle 20.30 al Pelledoca Milano tornano come special guest con la loro coinvolgente live music tre mus... Leggi di più
CORRIAMO PER I DIRITTI UMANI! VENERDÌ 5 MAGGIO
Venerdì 5 maggio, alle ore 23, il Festival dei Diritti Umani  invita tutta la cittadinanza a partecipare ad una corsa organizzata intorno a Parco Sempione in collaborazione con Amnesty International e l’Associazione NoW... Leggi di più
VALLEBIO: MERLOT SCAJA, VIBRANTE DI FRUTTI ROSSI
Faccia d'angelo Enrico, lo vedi arrivare con la maglietta mille righe che segna quell'aria da paggetto inglese, a modo e composto, appena uscito dal College. Studia Agraria e si laurea all'Università di Enologia di Udin... Leggi di più
FRIE 'N' FUIE E VESYOUVIO SBARCANO A MILANO
“Le rivoluzioni spesso derivano dall'esigenza di ritrovare vecchie tradizioni” è il leitmotiv di Vincenzo Di Fiore, napoletano doc con una visione internazionale, amante della propria terra e cosmopolita, consulente d'az... Leggi di più
Sojasun presenta il nuovo Seitan Tonné
La nuova ricetta si aggiunge alla gamma di piatti pronti della linea 100% vegetale, poveri di grassi, ricchi di proteine vegetali e privi di lattosio, ideali per chi non vuole rinunciare al piacere della buona tavola So... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new