Su un Frecciarossa che attraversa ad alta velocità mezza Italia, si incontrano quattro donne affermate, operative nel mondo del buyer della grande distribuzione, e una coppia di creativi, lei art director, lui copywriter (l’autore del libro) dell’Orange ADV agenzia di comunicazione che ha pubblicato il testo.

Nasce una storia fatta di dialoghi diretti, senza narratore, come in una pièce teatrale; in una sorta di viaggio nella macchina del tempo in poche ore i protagonisti percorrono gli ultimi quattro decenni. Penna leggera per affrontare un argomento complesso, ossia l’emancipazione femminile attraverso l’esperienza delle protagoniste, tutte attempate, meno una giornalista con esperienze di uffici stampa e di grande distribuzione. Storie di donne che hanno saputo affermarsi in un ambito lavorativo maschilista a loro ostile, che riflettono la condizione femminile in generale. Lo spunto iniziale è suggerito da una domanda: perché le 4 buyer si chiamano per cognome anziché per nome? Perché il cognome ha rappresentato una conquista… negli anni settanta le donne avevano appiccicato quello del marito, mentre il proprio l’hanno potuto rivendicare solo negli anni novanta. Il tema è di grande attualità considerato che l’emancipazione femminile ha ancora tanta strada da percorrere in una società come la nostra dove le differenze di genere esistono, le donne subiscono violenze nel “focolare domestico” e i femminicidi purtroppo non si contano. E così, come raccontano i personaggi femminili, negli anni settanta quando una donna faceva carriera si trovava in un ambiente pesantemente maschilista dove la battuta “peccato che sia donna” era ricorrente e poteva, come successe a una protagonista, anche essere messa a tacere con un “tasi mona”. E se ora la donna gode di maggiore riconoscimento, non manca chi è sempre pronto a trasformare un incontro di lavoro in un’avance. Passo dopo passo le protagoniste sono riuscite a ottenere un riconoscimento del valore del proprio lavoro, anche se a parità di valore, è sempre l’uomo ad avere la precedenza. L’autore, nonché personaggio maschile del libro, ascoltando queste storie a un certo punto, pensando alla figlia undicenne, si augura che da grande possa incontrare “dei gentlemen e non dei maschi”. Una lettura, dunque... fresca e talvolta ironica, mai superficiale, lunga 46 pagine. Allegato al libro un piccolo glossario, anch’esso presentato in chiave ironica, con i lemmi ricorrenti nel mondo della comunicazione.

Per ricevere una copia di Bye Bye Buyer, quando le donne non avevano cognome, occorre contattare

ORANGE ADV, Via Privata Cagliari 10, 20127 Milano, Telefono: 02 26 000 236

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.orangeadv.it.

I più letti del mese
SALON DU CHOCOLAT, L’UNICO EVENTO CHE ESALTA LE ECCELLENZE DEL CIOCCOLATO
Il cioccolato mette quasi tutti d’accordo su quanto sia il prodotto più goloso per eccellenza. Non a caso è stato definito “cibo degli dei” cui è difficile resistere: capace di consolare gli animi, sedurre i corpi, regal... Leggi di più
Balocco: le nuove Uova di Pasqua
Le uova di Pasqua Balocco, prodotte con cioccolato al latte, si ispirano ai protagonisti dei cartoni animati. Le Novità 2015 Uovo "Shaun, vita da pecora" è un uovo da 150 ispirato cartone, al cinema da febbraio e in on... Leggi di più
al d. gelateria all'azoto
La prima gelateria in Italia all’ azoto Mercoledì 1 aprile  alla gelateria “ al d.” di Bergamo, Marios Gerakis, suo ideatore e patron , ha tenuto uno showcooking riservato alla stampa; per l’occa... Leggi di più
Stuffer lancia sul mercato i nuovi yogurt mix
Il mercato degli yogurt bicompartimentali ha registrato nell’ultimo anno un aumento dei volumi pari al 4%. Il consumatore italiano infatti, restando pur sempre attento alla qualità del prodotto che sceglie di portare in ... Leggi di più
Rizzoli Emanuelli debutta a TuttoFood 2015
La nuova linea di Rizzoline del Mar Adriatico Dal 3 al 6 maggio 2015, tradizione e innovazione dei prodotti Rizzoli Emanuelli saranno in vetrina al Salone dell’Agroalimentare di Milano, punto di riferimento per le... Leggi di più
HOKUSAI: LUOGHI E VOLTI DEL GIAPPONE | UNA GRANDE MOSTRA A MILANO
In occasione del 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, a Palazzo Reale è stata realizzata la grande mostra, ora in corso, dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro, che propone un viaggio nel mondo artis... Leggi di più
PERSICO PROFESSORE DI DOLCI DOMANI
È un ricordo questo piatto che si anima in un pensiero e prende forma sulle note di "Impressioni di Settembre": nasce così il mio Persico Professore di Dolci Domani In un bosco, la figura di un Distinto Professore, alto... Leggi di più
BETTO DOLCERIA FRIGGITORIA | GASTRONOMIA SICILIANA A MILANO
Corso di Porta Ticinese, marciapiedi stretti, tram che sferragliano, case di ringhiera ristrutturate, tante attività affacciate sulla strada, sentirsi a Milano… al numero 58, poco distante dalle Colonne di San Lorenzo in... Leggi di più
BELVEDERE URBAN GARDEN: DINING EXPERIENCE DURANTE MILANO DESIGN WEEK
Ultime ore per poter godere degli imperdibili cocktail al Belvedere Urban Garden. Ambiente delizioso, dove gustare cocktail d’autore che vedono  protagonista la celebrata vodka. Tra le  tante proposte, il Belvedere Spti... Leggi di più
TRE REGIONI, TRE AZIENDE, UNA SOLA FILOSOFIA
Conte Aldobrando in Toscana, Conti degli Azzoni nelle Marche e Conti Riccati in Veneto, tre aziende che producono varietà di vini molto diverse, ma sono unite grazie all’appartenenza a una unica famiglia. Alcune re... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

COSMOFOOD BANNER 300x250

 

 

berlucchi-new