02set 2016
IL GENERE DEL VINO, IL PLURALE E IL SIGNIFICATO DI SECCO.
Articolo di: Fabiano Guatteri

La realtà vinicola è fascinosa, intrigante, ed è un piacere esplorarla ora con una guida, ora in piena solitudine. Il vino è anche comunicazione e si può sentire la mano di chi lo produce. A una degustazione alla cieca rimasi molto colpito da una produzione per il garbo, l’eleganza e poi scoprii che era l’unica etichetta di quelle in degustazione vinificata da una donna. Ma quando occorre nominare un vino, per esempio Grignolino, Amarone, Barbera, Montepulciano, Primitivo, Nosiola, Chianti, che articolo utilizziamo?… bisogna stare attenti a non sbagliare genere. Se alludiamo al Grignolino, non ci sono dubbi che l’articolo sia maschile, ma se ci riferiamo al/alla Barbera che articolo ci vuole? Maschile o femminile? Il o la? Di fatto si utilizzano entrambi gli articoli perché entrambi grammaticalmente ammessi, propendono più per il femminile se consideriamo le citazioni di autorevoli scrittori del passato che la volevano femmina. E ciò vale anche per Nosiola, Ribolla, Lugana, Freisa. Ma più che andare a orecchio o a seguire citazioni famose, in questi casi vale spesso la consuetudine per cui l’articolo maschile va riservato al vitigno, mentre quello femminile al vino. Per cui la Barbera (maiuscolo) è il vino e il barbera (minuscolo) il vitigno e ciò vale per tutti i casi analoghi, ossia quando il nome del vino è femminile. 

Non ci sono dubbi invece sul fatto che il plurale sia un errore. Talvolta gli stessi produttori lo commettono. Non ci sono i Baroli, ma i Barolo, gli Amarone, i Primitivo, le Barbera e ciò perché la denominazione di un vino, come un cognome, vuole sempre il numero singolare.

Capita di informarsi se un tal vino frizzante sia secco, per sentirsi rispondere che se il vino è secco non può essere frizzante, attribuendo implicitamente al termine secco il significato di fermo. In realtà secco significa non dolce, mentre abboccato, amabile, dolce rappresentano la scala zuccherina in crescendo del vino dove per abboccato si intende un vino in cui la dolcezza è appena percettibile. Pertanto un vino frizzante può essere secco, nonostante le bollicine. Un vino che non è mosso è più correttamente fermo, tranquillo, ma non secco. 

1

2

I più letti del mese
ABBRACCI MEDITERRANEI | CAMPI VERDI, ABBRACCI MATERNI, VELE ROSSE…
Sulle note di una melodia senza tempo nascono i miei: "Abbracci Mediterranei" I campi verdi di spuma, frutti autunnali mediterranei, mossi dal vento che disegna cerchi perfetti. Gli abbracci materni, porosi e rifiniti in... Leggi di più
PANETTONE FRESCO VS FRESCHISSIMO. BLIND-TEST ALLA PASTICCERA PANZERA
Questa è un omaggio dedicato a tutti i golosi del dolce natalizio per eccellenza di Milano: il Pan de Toni, meglio noto come Panettone, e in particolare a quegli appassionati sopraffini che possono scegliere tra quello a... Leggi di più
YAMAGATA RAMEN & SAKE DAY PRESSO IL RISTORANTE ZAZA RAMEN
La prefettura di Yamagata, considerata il giardino del Giappone, ha organizzato un Ramen e Sake Day al ristorante Zaza Ramen di via Solferino 48 a Milano. La prefettura, posta a nord-ovest di Tokyo, nella regione del Toh... Leggi di più
I SINGLE FESTEGGIANO SAN FAUSTINO, INCONTRANDOSI A CENA IN 14 CITTÀ
San Faustino santo dei single… festeggiato dai single a cena in 14 città. Il 15 febbraio, che segue il giorno degli innamorati, è San Faustino il quale oltre a essere patrono di Brescia è anche il santo dei single … occ... Leggi di più
LA PASTICCERIA ERNST KNAM COMPIE 25 ANNI. UNA CHIACCHIERATA CON GUALTIERO MARCHESI
Venticinque anni come se fosse ieri. Lo Chef Ernst Knam ha celebrato ieri il quarto di secolo della Pasticceria Ernst Knam, inaugurata nel 1992 con il nome “L’Antica Arte del Dolce”, per poi rinnovarsi ... Leggi di più
PRESENTAZIONE DEL LIBRO CIÙ CIÙ E DEGUSTAZIONE
I vini Ciù Ciù, sono una delle espressioni più felici dell’enologia marchigiana, in particolare del Piceno. Il fondatore dell’azienda, Natalino Bartolomei, ha pubblicato un libro autobiografico “CiùCiù Una storia di vino... Leggi di più
DOMENICO DI TONDO, APPRODA A LADYBÙ, UN BISTROT FIRMATO AIMO E NADIA
LadyBù è è un bistrot, ma anche un’azienda che, grazie all’acquisizone di un piccolo allevamento di bufale con caseificio, produce latticini di prima qualità. Sono questi, insieme a prodotti d’eccellenza (dalle farine al... Leggi di più
IL PRANZO DI NATALE LO PORTA A CASA PECK
Per i milanesi Natale è anche Peck e il negozio è affollatissimo i giorni che precedono le festività perché c’è una fiducia totale rispetto alla qualità dei prodotti, fiducia conquistata in oltre 130 anni di storia e che... Leggi di più
BALLETTO DI DUE CROSTACEI
E’ sulle note del Balletto del Lago dei cigni di Tchaikosky che nasce il mio: “Balletto dei due Crostacei" E’ la scena finale e nel Lago ci sono i Due Ballerini Rosati avvolti nel vestito fasciante di croccante guancia... Leggi di più
A NAPOLI SE PARLA CU’ ’E MMANE - UN LINGUAGGIO INTERNAZIONALE
Lunedì 19 giugno, alle ore 18.30, presso la libreria Mondadori in Piazza Duomo a Milano, Gianluca Isaia presenterà, in occasione del sessantesimo anniversario della fondazione del brand napoletano Isaia, A Napoli se parl... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new