L'articolo 201 del codice della strada (Dlgs n. 285/1992) stabilisce che se una violazione non può essere contestata immediatamente, il verbale vada notificato all'effettivo trasgressore entro un periodo che da 150 è stato ridotto a 90 giorni (articolo 36 della legge n. 120/2010). Scaduto il termine scade anche l’obbligatorietà a pagare la sanzione. 

Il termine è prorogato nel caso in cui siano necessari ulteriori accertamenti per individuare il proprietario (l'auto è intestata a una società di leasing, è stata venduta o il proprietario ha mutato residenza) e in solo questo caso i 90 giorni decorrono dall'accertamento. 

A Milano il Comune ritiene che il conteggio dei 90 giorni parta in tutti i casi quando l’ufficiale giudiziario prende in carico la pratica. Per cui se se ne fa carico dopo 60 giorni dall’infrazione, la notifica potrà avvenire conteggiando i 90 giorni a partire da quella data, ossia entro 60+90=150 giorni dall’infrazione. 

A fronte di ciò la testata Altroconsumo non solo invita a contestare le multe notificate dopo 90 giorni, ma ha inviato una diffida al Comune in cui chiede di sospendere l’invio di verbali illegittimi e di annullare quelli già inviati e spesso già pagati. 

Nella diffida precisa che:

Molti presunti trasgressori, accortisi del mancato rispetto del termine di 90 giorni da

parte del Comune di Milano, presentavano così ricorso ex art. 203, Cod. Strada, al

Prefetto di Milano, che, visto il numero esorbitante di ricorsi, chiedeva delucidazioni al Ministero dell’Interno in relazione alla prassi adottata dal Comune stesso di fardecorrere i novanta giorni non dalla data di commissione della violazione, ma daquella in cui gli Agenti visionano i fotogrammi ed associano i dati della targa a quelli

del proprietario del veicolo;

il Ministero dell’Interno riscontrava la nota n. 21/MC/2014/Area III con

comunicazione del 7.11.2014 nella quale veniva confermata l’illegittimità della prassi seguita dal Comune di Milano, contraria sia alle norme di legge, sia alla

giurisprudenza della Suprema Corte;

Ricorso

Altroconsumo indica due strade per fare ricorso ossia ricorrere al Prefetto (ricorso in via amministrativa) o ricorrere al Giudice di Pace (ricorso all’autorità giurisdizionale). Nel primo caso è gratuito, nel secondo caso costa 38 euro. Nel primo caso il ricorso deve essere presentato entro 60 giorni dalla notifica. Se però il Prefetto rigetta il ricorso, l’importo della multa raddoppia. In tal caso, però, si può ricorrere al Giudice di Pace. 

Per ricorrere al Prefetto Altroconsumo mette a dispozione il modulo precompilato al link: www.altroconsumo.it/auto-e-moto/nc/news/multe-autovelox 

foto da ricorsomultamilano.it

I più letti del mese
THE WINTER SEA
E’ sulle note di “Una Giornata al mare” di Paolo Conte che nasce: THE WINTER SEA Dal balcone di una casa con un geranio di verza che il freddo inverno a tinto di bianco, guardo il mare. E’ verde, cremoso, le sue onde... Leggi di più
GLI ULTIMI APPUNTAMENTI PER GOLOSI DI MILANO FOOD WEEK
MilanoFoodWeek: lunedì 8 e martedì 9, il meglio nei due giorni conclusivi  Lunedì 8 h. 11.00- mezzanotte presso: Spazio Base di via Bergognone 34 Street Food Parade h. 12.00-22.00 In via Tortona 28 Tortona Bites D... Leggi di più
BRUNCH ALL’INTERIOR DESIGN CAFE’
Interior Design Cafè, un locale di tendenza che unisce un negozio di arredamento firmato Valter Pisati e una pasticceria storica come Clivati, lo abbiamo presentato qui descrivendone gli aperitivi e accennando ai light d... Leggi di più
I PISELLI: LE VARIETÀ
Originari dell’area mediterranea e orientale, i piselli si diffusero rapidamente in Europa coltivati in antichità dai Greci e dai Romani. Nel Cinquecento Caterina de’ Medici introdusse in Francia i piselli no... Leggi di più
90″ RAPIDA UN ASSAGGIO DEGLI SPAGHETTI RUSTICHELLA PIÙ VELOCI AL MONDO
Rustichella d’Abruzzo ha arricchito la sua offerta di pregiate linee di pasta creando degli spaghetti che richiedono solo novanta secondi di cottura senza sacrificare nulla al sapore o alla qualità della materie prime ut... Leggi di più
FIAMMETTA FADDA, GIORNALISTA ENOGASTRONOMA
I PERCHÉ DI YUZU, RISTORANTE GIAPPONESE CON UNA NOTA NIKKEI
  Aggiornamento febbraio 2017 Il ristorante si conferma di grande affidabilità. Siamo tornati per provare altri piatti, in particolare il somen e l'ebi fry. Il somen (foto 3), zuppa fredda di spaghettini sottili è piac... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. FERMENTO E NOVITÀ NELL’EDIZIONE 2017
Qualche ricordo da Vinitaly 2017, per dove siamo riusciti ad arrivare. Tra i tanti vini meritevoli segnaliamo, in ordine alfabetico.   Basilisco tre nuovi cru Storico, Fontanelle, Cruà L’azienda del Vulture ha present... Leggi di più
APRE IL SAVINI TRUFFLE RESTAURANT COCKTAIL BAR AL NH PALAZZO MOSCOVA
A Porta Nuova, nel palazzo neoclassico già sede della prima stazione ferrovia (1840), oggi boutique hotel NH Milano Palazzo Moscova, è stato inaugurato il Savini Tartufi Truffle Restaurant e Cocktail Bar. E proprio qui, ... Leggi di più
TAGLIATELLE ALLA BARBABIETOLA CON SPECK E FUNGHI

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new