Sostenibilità è un termine che, negli ultimi anni, ha assunto un carattere di universalità e implica, o può implicare, conoscenza ambientale, conseguentemente presa di coscienza, quindi comportamenti adeguati. 

Durante Expo è stata una delle parole pronunciate con maggior frequenza, ha assunto un carattere di urgenza e segnato un punto di non ritorno, quasi innescando un conto alla rovescia da qui a una fine del pianeta sempre meno remota se la sostenibilità non verrà rispettata. Le interpretazioni di sostenibilità sono tante, da quelle manifestate per le strade di Milano il Primo Maggio, giorno di inaugurazione di Expo, a quelle che hanno trovato compatibile la presenza di una multinazionale dei burger con la filosofia espositiva. Potremmo affermare che l’interpretazione più blanda di sostenibilità sia la riduzione, quando non l’eliminazione dello spreco. E se sostenibilità è un’urgenza, una priorità, dovemmo rimuovere qualsiasi impedimento alla sua piena concretazione. 

La realtà è in continuo movimento, il motore della storia non si è mai spento, nonostante chi con tutte le forze si aggrappa al passato, perché la storia non si ferma, va avanti… talvolta balbetta, quasi a riproporre un ricorso, ma poi riparte senza ripetersi mai. E ciò vale anche per i costumi, le abitudini, gli stili di vita, i comportamenti sociali, culturali, alimentari. Il galateo fa la sua parte e si adegua ai mutamenti. Del galateo del ricevimento vogliamo cogliere soprattutto la funzionalità, perché il modo corretto di stare a tavola, se si vuole l’eleganza, in genere è funzionale, ossia leggero, liquido, privo di orpelli talvolta caricaturali. Il galateo un tempo consigliava di bere lo Champagne brut in coppa; successivamente considerato che altri calici meglio ne riproducevano le caratteristiche, la coppa venne destinata ad altri impieghi, e il galateo si è adeguato. Le cene di gala non propongono quasi più il primo piatto brodoso e talvolta tollerano persino un graditissimo assaggio di formaggio… modificando così alcune le regole perché queste non sono monoliti, e quando si rivelano tali, vanno levigate come sa fare il fiume, modellate e se ciò non bastasse, spazzate via. 

Pertanto il galateo deve misurarsi anche con la cogenza della sostenibilità. Prendiamo la scarpetta… considerata la presunta ineleganza, c’è sempre stato chi, cercando di “nobilitarla”, infilzava il pezzo di pane con la forchetta, rendendo in realtà la procedura parodistica. Negli anni novanta una certa posateria, come il salsa-coltello, aveva permesso di eliminare la scarpetta senza rinunciare a recuperare la salsa. Ora invece la scarpetta è tornata d’attualità.

Il galateo va modificato se la razionalità, o altri valori culturali, lo richiede; nel dar spazio alla sostenibilità, non si tratta di eliminare i congiuntivi, non si tratta di una volgarizzazione del galateo, ma semmai di una sua sublimazione. Oggi in epoca di cucina compatibile, di recupero degli avanzi, di risparmio energetico, di compostaggio, è auspicabile pulire il piatto con un pezzo di pane non solo perché la salsa rimasta non si sprechi, ma anche perché non si utilizzi una quantità superiore di detersivo per doverlo lavare, perché non si debba utilizzare più acqua per sciacquarlo e perché l’acqua che si scarica sia meno inquinante. Oggi, in una logica di galateo sostenibile, sarebbe inadeguato, semmai, lasciare il piatto “sporco”. Per cui nobilitiamo la scarpetta; purché senza forchetta. Ma il ragù Barilla che cosa c’entra? vedi lo spot.

 

Immagine fonte:  http://www.spotandweb.it Spot Barilla

I più letti del mese
18 MAGGIO, I GIOVEDÌ ALLA PINACOTECA DI BRERA: ARTE PITTORICA E MUSICA
I giovedì alla Pinacoteca di Brera, di cui abbiamo detto qui, proseguono, giovedì 18 con due iniziative: conversazione sulla Morte di Cleopatra di Guido Cagnacci (ingresso libero e gratuito sino a esaurimento posti) e su... Leggi di più
FIAMMETTA FADDA, GIORNALISTA ENOGASTRONOMA
90″ RAPIDA UN ASSAGGIO DEGLI SPAGHETTI RUSTICHELLA PIÙ VELOCI AL MONDO
Rustichella d’Abruzzo ha arricchito la sua offerta di pregiate linee di pasta creando degli spaghetti che richiedono solo novanta secondi di cottura senza sacrificare nulla al sapore o alla qualità della materie prime ut... Leggi di più
I PERCHÉ DI YUZU, RISTORANTE GIAPPONESE CON UNA NOTA NIKKEI
  Aggiornamento febbraio 2017 Il ristorante si conferma di grande affidabilità. Siamo tornati per provare altri piatti, in particolare il somen e l'ebi fry. Il somen (foto 3), zuppa fredda di spaghettini sottili è piac... Leggi di più
CHICCHE DAL VINITALY. FERMENTO E NOVITÀ NELL’EDIZIONE 2017
Qualche ricordo da Vinitaly 2017, per dove siamo riusciti ad arrivare. Tra i tanti vini meritevoli segnaliamo, in ordine alfabetico.   Basilisco tre nuovi cru Storico, Fontanelle, Cruà L’azienda del Vulture ha present... Leggi di più
IL FESTIVAL DEL SONNO - E ALTRE COSE DA FARE A LETTO
Un posto a Milano e Pedano presentano: IL FESTIVAL DEL SONNO - e altre cose da fare a letto domenica 28 maggio in collaborazione con Cascina Cuccagna Una giornata dedicata al riposo in tutte le sue forme, per imparare a... Leggi di più
TAGLIATELLE ALLA BARBABIETOLA CON SPECK E FUNGHI
APRE IL SAVINI TRUFFLE RESTAURANT COCKTAIL BAR AL NH PALAZZO MOSCOVA
A Porta Nuova, nel palazzo neoclassico già sede della prima stazione ferrovia (1840), oggi boutique hotel NH Milano Palazzo Moscova, è stato inaugurato il Savini Tartufi Truffle Restaurant e Cocktail Bar. E proprio qui, ... Leggi di più
AL MERCATO DEL SUFFRAGIO, QUANDO LA SPESA “ESPERIENZALE” DIVENTA UN DELIZIOSO MENU VELOCE
Se parliamo di cibo, fare la spesa al mercato è un'esperienza da riscoprire perché consente di riappropriarsi di un atto fondamentale di consapevolezza circa gli alimenti che assumiamo (e sulla loro produzione) e di appr... Leggi di più
Terrazza 12 il nuovo Lounge Bar nel cuore di Milano
Aggiornamento martedì 17 maggio 2016 Martedì 24 maggio aperitivo con musica dal vivo con Luca e Moy. Il programma della serata qui. -------------------------------------- Lunedì 9 marzo , in occasione del primo comple... Leggi di più

 

 

banner-brera-ver3

BANNER COSMOFOOD 400x400-IT.JPG

 

 

berlucchi-new